×

Sea Watch 4 verso Trapani, assegnato il “porto sicuro”: a bordo 455 migranti, anche 194 minori

Sea Watch 4 si dirige verso il porto di Trapani per portare in salvo i 455 migranti, sottratti dalle onde del Mediterraneo.

Le condizioni su #SeaWatch4 sono difficili, fa freddo, tira vento e le onde alte bagnano i naufraghi

La nave dell’Ong tedesca, Sea Watch 4, con a bordo 455 migranti, si sta dirigendo verso Trapani, scelto come porto sicuro dove sbarcare. Lo fa sapere l’organizzazione tramite Twitter e afferma che le persone soccorse sono notevolmente provate ma felici di poter finalmente toccare la terra ferma.

Sea Watch 4: a Trapani lo sbarco dei 455 migranti

L’ong Sea Watch 4 potrà sbarcare nel porto di Trapani intorno alla mezzanotte di lunedì 3 maggio. A bordo e da portare in salvo ci sono 455 persone, di cui 194 minori non accompagnati e 6 bambini. I migranti erano stati portati in salvo dalla nave tedesca a largo del Mediterraneo centrale e nelle ultime ore il portavoce di Sea Watch 4 aveva lanciato un appello accorato, chiedendo l’assegnazione di un porto sicuro per lo sbarco.

Non stiamo chiedendo un favore, i diritti umani non sono un favore né un atto di carità. Le persone a bordo della nostra nave hanno dei diritti e devono essere rispettati. Hanno bisogno di un porto sicuro, e ne hanno bisogno ora“.

Il vento e le onde alte hanno reso particolarmente difficoltoso il salvataggio avvenuto in 72 ore. Una volta comunicato il porto di Trapani come luogo in cui sbarcare, il portavoce ha fatto sapere che, nonostante le condizioni generali, le persone a bordo sono felici di poter toccare la terra ferma.

Sea Watch 4: migranti portati in salvo, ma la situazione nel Mediterraneo è tragica

Dopo l’ultimo salvataggio avvenuto nel Mediterraneo, nella giornata del 2 maggio un altro naufragio, davanti alle coste libiche, ha portato alla morte di 50 persone a largo di Zawiya. 

La Guardia Costiera libica, però, smetisce l’accaduto. Secondo quanto riferito all’Ansa dall’ammiraglio Masoud Ibrahim, le informazioni sul naufragio sarebbero false.

Migranti a largo della Libia respinti: Sea Watch 4 chiede chiarimenti

Sempre nel corso della giornata di domenica 2 maggio, 95 migranti alla deriva su un barcone a largo della Libia sono statai intercettati e riportati a Tripoli dalla Guardia Costiera libica. Le ong presenti sul posto hanno chiesto ai mercantili italiani il loro intervento per evitare ai migranti il ritorno nel paese da cui scappavano. 

Questi, però, sono state illegalmente respinti in Libia.Confermiamo che le persone in pericolo sono state illegalmente respinte in Libia, il luogo da cui erano fuggite rischiando la vita. Nell’ultima chiamata ci dicevano che avrebbero preferito morire in mare che tornare nell’inferno libico. Speriamo siano tutte vive“.

Contents.media
Ultima ora