×

Sergei Galitsky, l’oligarca russo che può aiutare con il suo yacht dei migranti alla deriva

Un'imbarcazione di migranti alla deriva nel Mediterraneo ha chiesto aiuto allo yacht di Sergei Galitsky, oligarca russo in fuga dalle sanzioni Ue

nave russa

Un’imbarcazione di migranti alla deriva nel Mediterraneo ha chiesto aiuto allo yacht di Sergei Galitsky, oligarca russo in fuga dalle sanzioni Ue.

Guerra in Ucraina e sanzioni Ue: la fuga dell’oligarca russo a bordo del suo yacht

Mentre la sanguinosa guerra in Ucraina prosegue, l’Unione Europea e gli Stati Uniti hanno colpito con diverse sanzioni la Russia e i suoi cittadini.

A subirne le conseguenze è stato anche il ricchissimo oligarca Sergei Galitsky. L’uomo ha dovuto organizzare una precipitosa fuga da Montecarlo a bordo del suo enorme e lussuoso yatch chiamato Quantum Blue, proprio per sfuggire alle suddette sanzioni.

L’incontro con l’imbarcazione di migranti

Lo yacht dell’oligarca non era però l’unica imbarcazione che solcava le acque del Mediterraneo, quando, nella serata di ieri 5 marzo, si è imbattuta in una nave di fortuna su erano sono presenti 26 migranti.

L’imbarcazione dei migranti era alla deriva già da dieci ore e ha chiesto aiuto proprio a Galitsky e al suo yacht che passava nei paraggi. Una ONG fa sapere che: “L’imbarcazione è ancora a rischio di ribaltarsi al largo della Libia, a causa di grandi onde. Le navi Magnifica, Cms Cgm Rivoli, e Quantum Blue sono vicine. Da ieri sera in contatto con loro.”

Contents.media
Ultima ora