×

Serial killer uccise a martellate due donne e una bambina, ora potrebbe sposarsi in prigione

Il serial killer Levi Bellfield potrebbe convolare a nozze in prigione. La legge inglese permette ai detenuti di sposarsi, ma ci sono delle eccezioni.

Levi Bellfield

Il serial killer britannico Levi Bellfield potrebbe sposarsi in prigione nonostante abbia commesso dei crimini a dir poco osceni. Condannato ad un ergastolo per tre omicidi, Bellfield ha avuto per due anni una relazione grazie alla corrispondenza epistolare con una donna.

Il serial Kiler Levi Bellfield potrebbe sposarsi in prigione

L’identità della futura sposa è ignota e la storia la si apprende dal quotidiano inglese The Sun. All’inizio, il serial killer e la donna, si scrivevano solo delle lettere, poi sono passati alle visite. Il tutto avveniva sotto lo stretto controllo della polizia nel penitenziario. In una delle visite della donna all’assassino, quest’ultimo ha deciso di sorprendere tutti inginocchiandosi e facendole una proposta di matrimonio con tanto di anello.

Chi è Levi Bellfield

Levi Bellfield, come si apprende da EuropaToday, è responsabile dell’omicidio Marsha McDonnell, di 19 anni, e Amelie Delagrange, di 22 anni. Nel 2002, il serial killer aveva anche ucciso Milly Dowler, una giovane 13enne. Bellfield conosceva bene le sue vittime, infatti, le ha uccise tutte in delle aree isolate a colpi di martello.

Cosa dice la legge? Levi Bellfield può sposarsi in prigione senza problemi?

Per quanto riguarda il matrimonio in carcere, la legge inglese lo prevede. Lo stato può però decidere di non permettere ad un detenuto di sposarsi se ci sono condanne per reati sessuali. Il caso di Levi Bellfield è abbastanza singolare, in quanto, oltre ai 3 omicidi per cui è stato condannato, si è scoperto che ha avuto 3 figlie da donne che aveva abusato sessualmente. Questa condizione, giustamente, potrebbe essere un impedimento alle nozze.

Contents.media
Ultima ora