×

Sgarbi commenta l’appello di Montesano: “Battaglia legittima, ma boicottare economia è autolesionistico”

Vittorio Sgarbi nel commentare l'appello di Montesano ha affermato che boicottare l'economia potrebbe non dare gli effetti sperati.

Green Pass Sgarbi Montesano

Sta facendo discutere in queste ultime ore, l’appello lanciato dall’attore Enrico Montesano che – durante un suo intervento ad Adnkronos ha chiesto ai cittadini che da ora in avanti venga fatta disobbedienza civile attraverso il boicottaggio dell’economia.

Tra le persone che hanno commentato l’intervento dell’attore si è unito il noto critico d’arte Vittorio Sgarbi che, pur riconoscendone la legittimità della battaglia perseguita, ha affermato che la sua posizione in tal senso potrebbe essere “troppo estremistica”.

“Non credo possa avere il risultato auspicato perché è una posizione autolesionistica”, ha affermato 

Green Pass Sgarbi Montesano, l’appello dell’attore: “Colpiamoli nel portafoglio”

Il punto di partenza di Enrico Montesano è stato proprio il sistema economico italiano che avrebbe dovuto essere colpito direttamente “nel portafoglio”. “Sono incazzato nero e tutto questo non lo sopporto più! Iniziamo una individuale, ferma, ostinata, disobbedienza civile”, ha affermato l’attore ad Adnkronos.

Ha quindi aggiunto: “Colpiamoli nel portafoglio.

Niente più uso della carta di credito e/o bancomat, niente consumi superflui, non ricorrere alle multinazionali tipo Amazon, niente acquisti nei centri commerciai, utilizziamo prodotti italiani e negozi di vicinato”. 

Green Pass Sgarbi Montesano, “Rischia di essere assimilato ai no Vax”

Proprio da questo punto è partita la replica di Sgarbi che – sentito da Adnkronos – ha precisato che, così facendo, potrebbe non ottenere i risultati sperati: “Combatte una battaglia troppo laterale, e rischia così di essere assimilato ai no vax.

Mi pare strano che sortisca un risultato, credo che questo rientri più nelle sue provocazioni”.

Green Pass Sgarbi Montesano, “Questa non è la strada giusta”

Infine il noto critico d’arte ha ribadito il concetto, mettendo in evidenza come la battaglia poteva essere perseguita diversamente. “Questa non è la strada giusta. Doveva dire semmai ‘fate di più’ in questo periodo, per dimostrare eventualmente che non si diffonde comunque il contagio, ma non ‘fate di meno'”.

Contents.media
Ultima ora