×

Silvio Berlusconi, tutte le residenze: da Villa Certosa a Palazzo Grazioli

Da Arcore a Porto Rotondo passando per la storica dimora romana di Palazzo Grazioli, quante e quali sono le residenze dell'ex premier Silvio Berlusconi.

berlusconi residenze

Tra gli aspetti più noti della vita pubblica e privata di Silvio Berlusconi c’è sicuramente la grande quantità di residenze e abitazioni che l’ex presidente del Consiglio ha a disposizione. Pur essendo conosciuto infatti come l’uomo di Arcore, Berlusconi ha legato indissolubilmente la sua immagine anche ad altri luoghi di ritiro come la sua dimora romana di Palazzo Grazioli o quella sarda di Villa Certosa, in Costa Smeralda.

Vediamo si seguito quante sono le residenze del leader di Forza Italia.

Silvio Berlusconi, tutte le residenze: Villa San Martino

La più nota tra le residenze di Silvio Berlusconi è ovviamente Villa San Martino di Arcore: un elegante palazzo signorile realizzato dai marchesi Casati Stampa nel XVIII secolo e che nel 1973 venne venduta da Anna Maria Casati Stampa di Soncino all’allora imprenditore edile Silvio Berlusconi.

L’intera proprietà, valutata negli anni ottanta 7,3 miliardi di lire, comprende al suo interno una pinacoteca, una biblioteca con 10mila volumi e un parco con scuderia annessa.

Fu proprio nel parco della villa che Berlusconi fece erigere un mausoleo personale – realizzati dallo scultore Pietro Cascella – con loculi per se stesso, i suoi famigliari e i suoi collaboratori più stretti.

Silvio Berlusconi, tutte le residenze: Villa Certosa

Altra residenza emblematica della vita di Berlusconi è poi Villa Certosa a Porto Rotondo, frazione di Olbia, utilizzata dall’ex premier come luogo di ricevimento vacanziero di svariati leader europei quando ricopriva il ruolo di capo del governo.

Tra gli ospiti della residenza troviamo ad esempio il presidente Usa George W. Bush, quello spagnolo Josè Zapatero, il premier britannico Tony Blair e ultimo ma non meno importante il presidente russo Vladimir Putin.

Anche queste villa venne acquistata da Berlusconi negli anni ’70 cambiandone il nome da Villa Monastero a Villa Certosa. Con 126 stanze e 4.500 metri quadri di superfice, per decreto governativo la villa venne inoltre dichiarata nel 2004: “sede alternativa di massima sicurezza per l’incolumità del presidente del Consiglio”.

Silvio Berlusconi, tutte le residenze: Palazzo Grazioli

Sua residenza principale dal 2013 al 2020, Palazzo Grazioli divenne abitazione del Cavaliere nel 1996, quando prese in affitto il piano nobile dell’edificio dal proprietario Giulio Grazioli Lante della Rovere. Il palazzo, costruito nel XVI secolo e situato nei pressi delle principali sedi istituzionali italiane, fu quotidianamente al centro delle cronache politiche nazionali negli anni in cui Berlusconi era presidente del Consiglio, tanto da offuscare in popolarità quella che avrebbe dovuto essere la residenza ufficiale del primo ministro in carica: cioè Palazzo Chigi.

Contents.media
Ultima ora