> > Spese condominiali, di quanto aumenteranno a causa del caro bollette?

Spese condominiali, di quanto aumenteranno a causa del caro bollette?

Di quanto aumenteranno le spese condominiali per il gas?

Di quanto aumenteranno a causa del caro bollette le spese condominiali e perché c'è un elevatissimo rischio morosità che incombe nelle famiglie italiane

Dopo quasi cinque giorni senza il gas dalla Russia la domanda appare legittima: in tema di spese condominiali, di quanto aumenteranno le stesse a causa del caro bollette? La previsione in merito del presidente dell’Anapi Vittorio Fusco che è stato intervistato da Fanpage non è per niente incoraggiante.

In questo periodo infatti crescono i timori da parte di proprietari di immobili e inquilini, di una stangata di settore sulle bollette e sulle spese condominiali con l’arrivo dell’inverno. Il primo dato è quello Anaci (Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari): in questo primo caso si parla di potenziali rincari fino al 300% sulle spese condominiali. 

Spese condominiali, di quanto aumenteranno

Si tratta di un incremento mostruoso con cui va a fare massa critica il possibile aumento delle quote mensili di cui ha parlato il presidente dell’Anapi (Associazione Nazionale Amministratori Professionisti di Immobili), Vittorio Fusco.

Che ha esordito spiegando che “gli aumenti delle bollette di luce e gas creeranno delle difficoltà di riscossione da parte delle amministrazioni condominiali, che hanno il compito di spiegare all’utenza finale (gli inquilini) gli aumenti delle tariffe. I rincari saranno sostanziali sia per il gas che per il riscaldamento. In particolare, il problema riguarderà i condomini a fornitura centralizzata, che in Italia sono la maggioranza, e quelli con impianti vecchi: questi necessitano di importanti interventi di manutenzione e spesso non sono dotati di cappotto termico isolante”.

“Sarà una botta non indifferente”

E poi: “Sarà una botta non indifferente. Stop del gas russo? Purtroppo qui in Italia non abbiamo alternative valide. Penso ad esempio al nucleare, che invece viene utilizzato da altri paesi, che ammortizzano così gli effetti della crisi. So che ci sono negoziati in corso con la Tunisia ma bisogna trovare il modo di abbassare le tasse, perché la situazione resta critica per tutti”.

E in merito ad una quantificazione effettiva degli aumenti? “In media le rate mensili aumenteranno di circa il 40% rispetto ai costi attuali, da qui fino alla fine dell’anno”. 

Rischio altissimo di morosità

“Speriamo che alcune tasse su determinate forniture verranno abbassate, per compensare almeno in parte gli aumenti che avverranno sicuramente”. Poi la chiosa con una situazione plausibile e da paventare e scongiurare: “Il rischio è quello che salga anche il tasso morosità, specialmente al Sud, dove ricchezza pro-capite e disponibilità economica delle famiglie sono in genere più basse rispetto al Nord.

C’è gente che purtroppo per recuperare le quote di condominio si ritrova la casa pignorata”.