> > Tentò di sgozzare lo zio mentre dormiva, 22enne assolto perché incapace di ...

Tentò di sgozzare lo zio mentre dormiva, 22enne assolto perché incapace di intendere e di volere

Macchina della polizia

Ragazzo di 22 anni accusato di tentato omicidio assolto perchè incapace di intendere e volere: cercò di sgozzare lo zio nel sonno

Ragazzo di 22 anni cercò di sgozzare lo zio mentre dormiva: ora è stato assolto dall’accusa di tentato omicidio perché “incapace di intendere e volere“.

Il giovane dovrà restare per un anno in libertà vigilata e verrà affidato ad una comunità.

Il fatto risale all’ottobre di due anni fa nell’abitazione dello zio di Carbonia. Il giovane era stato fermato dalla polizia in via Angioy dove aveva ammesso agli agenti di aver appena accoltellato lo zio nel sonno. 

22enne assolto da tentato omicidio: i fatti

Il giovane era stato fermato dagli agenti in evidente stato confusionale.

Dopo aver ammesso di aver accoltellato lo zio, gli agenti lo hanno caricato sulla Volante per poi recarsi alla casa della vittima. 

Sul luogo del delitto, le forze dell’ordine hanno trovato lo zio del ragazzo con una ferita da taglio alla gola. Secondo quanto ricostruito, l’uomo si era svegliato dal dolore e aveva trovato davanti il nipote sporco di sangue. L’uomo è stato soccorso dai paramedici e trasportato all’ospedale in codice rosso.

Fortunatamente, non era in pericolo di vita ed è riuscito a tornare a casa un paio di giorni dopo l’accaduto.

Il 22enne non aveva potuto fornire agli agenti un movente per l’atto ma aveva subito indicato il luogo dove aveva nascosto l’arma del delitto. Il giovane era stato arrestati per tentato omicidio e trasferito al carcere di Uta. 

Il giovane è stato assolto dopo due anni, perché al momento dei fatti non era capace di intendere e di volere.

LEGGI ANCHE: