> > Ucraina, Draghi a Zelensky: "L'Italia non riconoscerà il referendum nelle zo...

Ucraina, Draghi a Zelensky: "L'Italia non riconoscerà il referendum nelle zone occupate"

Draghi e Zelensky

Dopo i referendum che si sono tenuti nell'Ucraina occupata da Putin, Mario Draghi sente telefonicamente Zelensky. Risolto anche il dubbio Meloni.

Mario Draghi chiama Volodymyr Zelensky dopo il referendum e lo tranquillizza sul mancato riconoscimento dei territori ucraini occupati dalla Russia.

Tutti supportano l’Ucraina, anche chi all’inizio era al fianco della Federazione Russa.

Ucraina, Draghi a Zelensky: “L’Italia non riconoscerà il referendum nelle zone occupate”

Il tema principale è stato quello relativo ai referendum di annessione alla Russia delle regioni ucraine del Donbass, di Kherson e di Zaporizhzhia. L'”operazione speciale” di Putin, che è una vera e propria guerra d’attacco, dovrebbe terminare oggi, con la formale annessione delle menzionate regioni alla Federazione Russa.

E allora, proprio oggi, 29 settembre 2022, Mario Draghi ha sentito Zelensky e gli ha riferito che l’Italia non riconoscerà come territori russi quelle regioni, perchè sono ucraine.

Anche Meloni continuerà a sostenere l’Ucraina

Zelensky è soddisfatto del colloquio avuto con il presidente del Consiglio italiano dimissionario. Mario Draghi ha inoltre riferito che l’Italia continuerà a supportare sempre l’Ucraina, in qualsiasi ambito. Il presidente ucraino, però, ha  ben presente che Draghi a breve non siederà più a Palazzo Chigi e quindi ha voluto, nel farle gli auguri, sentire anche l’opinione di Giorgia Meloni.

La leader di Fratelli d’Italia, che salvo giochi di palazzo dovrebbe diventare la prossima premier italiana, ha già dichiarato di voler continuare a sostenere l’Ucraina come il suo partito ha sempre fatto.