×

Ucraina, il Governo russo si prepara a vietare l’ingresso ai cittadini dei “Paesi ostili”

Il Governo di Mosca sta lavorando ad un decreto attraverso il quale verranno inasprite le misure nei confronti dei cittadini dei Paesi ostili.

Ucraina Russia Paesi ostili

Nelle scorse settimane in risposta alle numerose sanzioni che l’Occidente aveva inflitto a Mosca, il presidente russo Vladimir Putin aveva stilato una lista con l’elenco dei “Paesi ostili” alla Russia tra cui è inclusa anche l’Italia. Ora alla luce di ciò, il ministro degli Esteri Lavrov ha annunciato una serie di misure che andranno a inasprire le relazioni proprio con questi ultimi: “È in corso di elaborazione una bozza di decreto sulle misure di risposta nell’ambito dei visti in relazione alle attività ostili di un certo numero di Stati stranieri”, ha dichiarato il ministro.

Ucraina, la Russia annuncia misure restrittive nei confronti dei cittiadini dei “Paesi ostili”

Nel corso della sua riflessione il ministro degli Esteri russo ha sottolineato come qualche settimana fa – e precisamente lo scorso 15 marzo – sono stati emanati degli emendamenti alla legge federale verso tutte quelle persone che sono state “coinvolte in violazioni dei diritti umani fondamentali e delle libertà, dei diritti e delle libertà dei cittadini della Federazione Russa”.

Ha quindi aggiunto: “Questi emendamenti prevedono la possibilità di applicare misure restrittive nei confronti di qualsiasi cittadino straniero, così come degli apolidi. In precedenza, lasciatemelo ricordare, queste misure potevano essere applicate solo ai cittadini degli Usa”.

Il divieto era stato precedentemente imposto verso diversi esponenti dell’amministrazione statunitense e canadese

Va segnalato infine che il divieto di ingresso a Mosca era stato già imposto a personalità politiche dell’amministrazione di Stati Uniti e Canada tra cui si citano il presidente USA Joe Biden, Il segretario di Stato statunitense Blinken, l’ex segretaria di Stato Hillary Clinton o ancora il primo ministro canadese Trudeau.

Contents.media
Ultima ora