> > Usa, morta giovane istruttrice di volo: uccisa da uno studente di 19 anni

Usa, morta giovane istruttrice di volo: uccisa da uno studente di 19 anni

istruttrice di volo

Negli Usa una giovane istruttrice di volo è morta, uccisa da un suo studente che ha fatto schiantare l'aereo durante una lezione.

Negli Usa una giovane istruttrice di volo è morta in Virginia dopo che il suo studente di 18 anni ha puntato troppo in alto il muso dell’aereo, facendolo schiantare a terra.

Giovane istruttrice di volo morta negli Usa: uccisa dallo studente di 18 anni

Negli Usa una giovane istruttrice di volo è morta, uccisa dalla negligenza di un suo studente di 18 anni che avrebbe alzato troppo il muso dell’aereo, facendolo schiantare a terra.

Viktoria Theresie Izabelle Ljungman, l’istruttrice di soli 23 anni, intorno alle 15 di giovedì 6 ottobre era salita a bordo del suo aereo com il 18enne Oluwagbohunmi Ayomide Oyebode, per una semplice lezione.

La tragedia però si è consumata quando il ragazzo ha deciso di puntare il muso del velivolo troppo in alto, durante il decollo: ciò ha fatto salire a 1000 piedi l’aereo, facendolo stallare e in seguito rendendo inevitabile lo schianto in un fosso, come riporta WMAR, l’emittente tv di Baltimora.

Oyebode, originario del Maryland, e un altro maschio di 18 anni erano le uniche altre persone sull’aereo. Immediatamente sono stati portati in un ospedale vicino con ferite potenzialmente letali.

Si indaga sull’incidente

L’università di Hampron ha ha voluto rilasciare una dichiarazione in merito alla tragedia: “L’Università di Hampton è a conoscenza dello sfortunato incidente avvenuto oggi che ha coinvolto due dei nostri studenti. La causa esatta dell’incidente è in corso di accertamento. Per rispetto degli studenti e delle loro famiglie non abbiamo ulteriori commenti in questo momento“.

Le autorità hanno aperto un’inchiesta e da giorni si indaga sulle cause del decesso.

Si attendono con ansia i risultati degli esami autoptici sulle salme dei due giovani e l’analisi della scatola nera, per verificare le dinamiche del volo.

Myana Mabry, la conquilina di Viktoria l’ha voluta ricordare così, parlando a un’emittente locale: “Eravamo due coinquiline con due culture completamente diverse, ma ci siamo completati così bene. Eravamo gli insegnanti l’uno dell’altro. Era davvero qualcuno che hai incontrato solo una volta.

E le vorrò bene fino al giorno dopo per sempre.

.