×

Vaccini, Bertolaso: “Terza dose dopo 5 mesi, siamo al lavoro”

Sui vaccini Guido Bertolaso snocciola i numeri della Lombardia, parla di "improvvisa decisione" e chiarisce: “Terza dose dopo 5 mesi, siamo al lavoro”

Guido Bertolaso con il governatore lombardo Fontana

In tema di vaccini e di dosi booster anticipate il coordinatore della campagna anti covid della Lombardia Guido Bertolaso lo ha detto chiaramente: “Terza dose dopo 5 mesi, siamo al lavoro”. Che significa? Che malgrado la circolare già operativa del Ministero della Salute non c’è ancora una data per prenotare la terza dose a 150 giorni dalla seconda. 

“Terza dose, siamo al lavoro, decisione del ministero improvvisa”: Bertolaso “punge” il Ministero

Bertolaso ha voluto spiegare lo stato dell’arte in una nota: “L’Unità di Crisi della Regione dopo l’improvvisa decisione assunta dal ministero è già dalla serata di ieri al lavoro per riorganizzare e ridefinire gli slot per poter accedere alla somministrazione”. E ancora: “Ad ora non è ancora stata definita alcuna data a partire dalla quale il sistema di prenotazione di Poste consentirà l’accesso con le nuove tempistiche”. 

Bertolaso e la mani avanti: “In Lombardia marciamo a pieno ritmo e sulla terza dose siamo al lavoro”

Poi la chiosa: “È utile ricordare che la macchina vaccinale della Lombardia continua a marciare a pieno ritmo, garantendo 30mila somministrazioni di terze dosi al giorno“. Insomma, c’è un gap da colmare immediatamente fra il numero di prenotazioni già a sistema per la dose booster e la risoluzione operativa di quella prenotazioni. Sono infatti più di 2 milioni i cittadini lombardi che hanno aderito alla campagna vaccinale per la terza dose di vaccino anti-Covid.

E la media temporale è da grandi numeri: 128.644 prenotazioni nell’ultima settimana. 

Record di prenotazioni per la “booster” e Bertolaso assicura: “Terza dose, siamo al lavoro”

Con il picco assoluto del 22 novembre, quando in 24 ore le prenotazioni sono state poco meno di 184mila. In termini generali sono state poi 800mila le somministrazioni di terza dose già effettuate con i criteri ordinari, cioè a sei mesi dal primo ciclo: svetta Milano con 254mila inoculazioni, poi Brescia (105mila), Bergamo (82.000), Varese (76mila), Monza e Brianza (63mila), Como (54mila), Pavia (46mila), Cremona (32mila), Lecco (27mila), Mantova (26mila), Lodi (20mila) e Sondrio (14mila).

Contents.media
Ultima ora