Verme nella passata di pomodoro, 'mia moglie ha rischiato di mangiarlo'
Verme nella passata di pomodoro, ‘mia moglie ha rischiato di mangiarlo’
Napoli

Verme nella passata di pomodoro, ‘mia moglie ha rischiato di mangiarlo’

verme

Verme nella passata di pomodoro, questa è la scoperta a cui, sfortunatamente, ha dovuto assistere un giovane marito napoletano.

Verme nella passata di pomodoro, questa è la scoperta a cui, sfortunatamente, ha dovuto assistere un giovane marito napoletano. L’uomo, sposato con una donna che al momento del ritrovamento era incinta, ha scattato una foto del verme e l’ha pubblicata su Facebook. Poco dopo l’azienda che ha prodotto la passata di pomodoro si è scusata per l’accaduto. Ma le scuse ovviamente non hanno risolto granchè. Il marito, insieme a tutti gli altri utenti del web, è rimasto sconvolto dall’accaduto. Chiunque poteva rischiare di ingerire quell’insetto. Ma la domanda è, cene saranno degli altri?

Verme nella passata di pomodoro

La scoperta di un giovane marito è sconvolgente. Ha trovato un verme all’interno di un barattolo contenente della passata di pomodoro. Il prodotto è evidentemente industiale e la domanda viene spontanea, potrebbero esserci altri barattoli con all’interno dei vermi? I controlli sono adeguati? L’azienda produttrice si scusa immediatamente con il giovane napoletano protagonista del ritrovamento.

Ma le scuse, purtroppo, in questi casi servono a poco.

La sensazione che ha provato Armando, il marito, non deve essere stata una delle migliori. Colpito dalla rabbia ha deciso di condividere con il mondo di Facebook il suo ritrovamento. Molte sono state le condivisioni del post, fatto che gli ha concesso il modo di girare molto velocemente. Solo chi ha una forte resistenza alla vista di cose disgustose può resistere nell’osservare la foto.

La reazione dell’azienda

Subito l’azienda produttrice, “La Fiammante” ha replicato con un’ulteriore post scritto dalla pagina social. L’azienda prduttrice, situata a San Sebastiano al Vesuvio (in provincia di Napoli), ha dichiarato che la presenza di quel corpo estraneo non è in linea con i sistemi di controllo. L’azienda quindi replica dicendo che l’unico modo per giustificare la presenza di quel corpo estraneo è la perdita dell’ermeticità del tappo. Avvenuta durante la movimentazione del prodotto all’interno della catena distributiva. L’industria infatti descrive nel dettaglio come avviene la produzione di queste passate di pomodoro.

Produzione e controllo

La passata di pomodoro si ottiene dopo alcuni processi preliminari.

Il pomodoro viene triturato grossolanamente dopodichè viene filtrato attraverso delle reti con fori molto piccoli, del diametro di 1,5 millimetri. Dopo questo passaggio la passata viene filtrata ulteriormente con altre retine con fori ancora più piccoli, di un diametro di 0,8 millimetri. Dopodichè inizia la fase di pastorizzazione, cioè quel processo che sanifica gli alimenti uccidendo tutti i batteri e i microrganismi patogeni. Dopo questo ultimo processo la passata di pomodoro viene imbottigliata e pastorizzata nuovamente.

L’azienda quindi è sicura che nulla sia accaduto nel processo di produzione ma sospetta che il verme possa essersi introdotto soltanto nella fase di movimentazione all’interno della catena, a causa della perdita di ermeticità del tappo. Con dei setacci così piccoli, un corpo estraneo così grande, è impossibile che sia passato. L’azienda quindi, dopo aver ottenuto il numero di lotto, ha deciso di fare ulteriori controlli per spiegare meglio cosa possa essere realmente accaduto.

Altri casi

Non è purtroppo l’unico casi di ritrovamento di corpi estranei all’interno di alimenti industriali.

Alcuni hanno trovato pezzi di plastica, metallo e altri insetti. Il consumatore, una volta trovato il corpo estraneo, è inviatato a contattare subito l’azienda ma soprattutto è invitato a fornire più prove possibili così da aiutare nell’identificazione del problema. Fare foto e raccogliere le prove è un modo più che efficace.

© Riproduzione riservata

1 Commento su Verme nella passata di pomodoro, ‘mia moglie ha rischiato di mangiarlo’

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche