Violenza sessuale, fermato marocchino per abusi verso ragazza 19enne
Violenza sessuale, fermato marocchino per abusi verso ragazza 19enne
Cronaca

Violenza sessuale, fermato marocchino per abusi verso ragazza 19enne

violenza sessuale

Fermato nel centro di Bisceglie marocchino accusato di violenza sessuale. L'uomo, 41 anni, ha abusato di una ragazza 19enne lo scorso 23 novembre nei pressi della stazione locale.

Un uomo marocchino di 41 anni è stato fermato dai Carabinieri per violenza sessuale. La vittima è una ragazza di 19 anni, che è stata costretta a subire pesanti palpeggiamenti da parte del pervertito. Il fattaccio è avvenuto il 23 novembre, a tarda serata. La vittima è riuscita a trovare il coraggio di denunciare tutto ai Carabinieri della Tenenza di Bisceglie. Mentre testimoniava, dinanzi ad essi, è scoppiata in lacrime.

Violenza sessuale Bisceglie

La giustizia sta facendo il suo corso. Un marocchino di 41 anni, accusato di violenza sessuale contro una ragazza 19enne, è stato fermato poco fa dai Carabinieri. La giovane ha subito fatto denuncia, dopo aver subito le molestie il 23 novembre scorso.
Acquisita la descrizione sommaria degli abiti indossati e delle fattezze fisiche, ed accertata inoltre la probabile identità del responsabile mediante l’analisi di una serie di incrociate amicizie, è stata pertanto innescata un’immediata operazione di ricerca da parte dei Carabinieri della Tenenza di Bisceglie.

In un lasso di tempo abbastanza breve, con una meticolosa azione investigativa, gli inquirenti hanno individuato alcune possibili dimore del malfattore, restringendo il campo in alcuni siti a Trani e Bisceglie.

L’autore di violenza sessuale, privo di fissa dimora, poteva celarsi in qualsiasi di questi luoghi. Per fortuna, non è stato difficile risalire al 41enne marocchino. L’uomo è stato scoperto mentre riposava, assieme ad altri connazionali, non lontano dal centro di Bisceglie.

Svegliato, l’uomo è stato fatto vestire. I militari hanno notato che stava indossando gli stessi indumenti descritti dalla ragazza e da altri testimoni. Anche degli amici della vittima hanno testimoniato, in quanto hanno visto il colpevole nelle fasi precedenti alla violenza sessuale.
Il fermo di indiziato di delitto, cui è stato sottoposto il marocchino nella notte di sabato scorso, è stato reso valido dal gip del Tribunale di Trani, con tanto di misura della custodia cautelare in carcere. Il violentatore resterà presso la Casa Circondariale di Trani a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

violenza sessuale

L’aggressione

I fatti si sono verificati nella serata inoltrata di giovedì scorso, proprio alla vigilia della giornata contro la violenza sulle donne. La violenza sessuale ha avuto luogo in area buia e non molto affollata, non lontano dalla Stazione Ferroviaria di Bisceglie. Il violentatore ha approfittato della poca illuminazione e della vulnerabilità della vittima, appena rimasta sola dopo una serata passata con degli amici. L’uomo marocchino 41enne, dopo aver tentato invano di sedurla e poi di avviare un dialogo amichevole, l’ha aggredita, bloccata, tramortita e portata di peso presso un parcheggio. Non vi erano passanti e telecamere che avrebbero potuto inchiodarlo. Giunti nell’imbosco, la ragazza ha dovuto subire pesanti palpeggiamenti.
La poveretta ha denunciato la violenza subita la sera successiva, accompagnata dai propri genitori. La vittima 19enne si era presentata di fronte ai carabinieri sconvolta, in lacrime, e ha esclamato: “Un uomo di colore mi ha violentata, aiutatemi!”. Poi ha narrato il suo incubo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche