×

WMF 2022, si chiude la tre giorni tra innovazione e attivismo

Il 16, 17 e 18 giugno si è tenuto il WMF 2022, la tre giorni che tra innovazione e attivismo scrive il domani del Pianeta. Tanti gli ospiti e le iniziative.

WMF2022
WMF2022

Alla fiera di Rimini il 16, 17 e 18 giugno si è tenuto il WMF – il più grande Festival sull’Innovazione digitale del Pianeta. L’evento internazionale di riferimento per innovatori, cittadini, studenti, aziende e istituzioni ha visto la partecipazione di oltre 36.000 presenze, 300 realtà espositrici e più di 1000 startup che hanno contribuito alla discussione e alla progettazione del futuro nel corso della tre giorni.

I tre giorni di WMF

A Rimini si è svolta la rappresentazione concreta della vallata dell’innovazione che dall’Italia sta conquistando il mondo guidandolo verso un futuro sostenibile.

In seguito agli interessanti spunti emersi nel corso della tre giorni, Cosmano Lombardo – CEO di Search On Media Group e ideatore del WMF – ha dichiarato: “Il WMF per noi è una piattaforma utile per mettere in connessione mondi, competenze e idee differenti, tutte orientate alla costruzione di un futuro migliore.

La sfida è stata enorme, ma abbiamo trovato grande collaborazione da parte di tutti i soggetti che condividono questa visione, con i quali dialoghiamo come Festival e come Search On durante tutto l’anno, e i cui progetti confluiscono nella tre giorni”.

Quindi ha aggiunto: “Quest’anno più che mai We Make Future ha esplicitato la mission che da sempre abbiamo di costruire un futuro migliore attraverso gli strumenti dell’innovazione tecnologica e digitale, alla luce del grande potenziale d’impatto sociale che offrono.

Chi era presente all’evento, e chi lo ha seguito da casa, ha sicuramente colto questo grande slancio collettivo verso un presente sempre più attivo e impegnato per il futuro che lasciamo alle nuove generazioni”.

Per il 2022 l’evento è stato sponsorizzato e patrocinato dalla Regione Emilia-Romagna e ha riunito alla Fiera di Rimini le più brillanti menti dal mondo dell’innovazione e del digitale, territori e comunità locali dal nord al sud Italia – aderenti al progetto WMF Hubitat – Paesi esteri come Croazia, Spagna, Grecia, Arabia Saudita, Francia – parte dell’International Roadshow del WMF – istituti di ricerca, università, agenzie, aziende e startup di tutto il mondo, che hanno messo a sistema esperienze e competenze.

Il Mainstage

Anche il Mainstage del Festival è stato un grande contenitore di eventi, con la conduzione di Cosmano Lombardo e la presenza delle co-conduttrici Natasha Stefanenko, Anna Safroncik – una russa e una ucraina per lanciare un messaggio di pace – Diletta Leotta e Danielle Frédérique Madam. Per l’occasione si sono alternati 100 interventi e momenti di show, con grandi ospiti nazionali e internazionali. Ognuno ha offerto interventi dalla forte componente ispirazionale.

Tra le iniziative, sono state realizzate le interviste esclusive a Mimmo Lucano, Nicola Gratteri e Robot Sophia – il robot umanoide più avanzato al mondo – e hanno portato la loro esperienza esperti in ambito AI. Tra loro, l’inventore del microprocessore 4004 Federico Faggin, attivisti per i diritti umani e civili come Linda Sarsour, Savo Heleta e Siyabulela Mandela, fino a esponenti della lotta alla mafia come il Direttore della DIA Maurizio Vallone, istituzioni come il Sottosegretario di Stato al Ministero della Salute Andrea Costa e la Vicepresidente della Regione Emilia Romagna Elly Schlein, ma anche giovani Creators come Giorgia Soleri, Camihawke e Mattia Stanga.

Intrattenimento e show hanno fatto da cornice ai momenti più intensi, regalando alla platea del Festival divertimento e nuovi spunti di riflessione: spazio allora a concerti e live set come quello di Irama – in collaborazione con RDS – e quelli di Roy Paci e Frankie hi nrg mc (tutti tradotti in LIS da Rai Pubblica Utilità), ma anche a momenti di puro spettacolo tecnologico come l’anteprima italiana, in esclusiva al WMF, del volo umano effettuato con la Jet Suit di Gravity industries.

WMF2022

L’Innovation Fair, World Startup Fest e internazionalizzazione

Oltre 300 aziende e realtà da tutto il mondo hanno trovato spazio e opportunità all’interno dell’Innovation Fair del WMF, in un’area fieristica mai così ampia e ricca di eventi con l’obiettivo di agevolare incontri di business, networking e sviluppo di nuovi progetti tra Italia ed estero.

Importanti in tal senso le collaborazioni con oltre 18 camere di commercio italiane all’estero che hanno animato per due giorni l’Export Stage, offrendo scenari di internazionalizzazione alle startup, e la collaborazione con ICE, che ha presenziato al WMF con delegazioni di importanti investitori provenienti da UK, Israele, Turchia, Francia e Spagna, i quali hanno incontrato le startup presenti al Festival in oltre 200 appuntamenti one to one pre organizzati dal team WMF.

L’attività internazionale del WMF riprende a settembre tramite importanti collaborazioni con partner locali per l’organizzazione di nuovo eventi in Polonia, Repubblica Ceca, Spagna, Egitto, Valencia, Serbia, Malta, Australia, Canada, Messico e altre tappe all’interno del progetto International Roadshow.

Tra gli stand, presenti anche quelli della Regione Emilia-Romagna, Main Sponsor dell’evento, con i propri brand Data Valley, Motor Valley, APT e Visit Romagna, ma anche RAI Cinema e Rai pubblica Utilità, Oplon, Intel, Eurid, Storyblock, Sprinkler, Aruba, Sole24Ore e Doxee.

In area fieristica anche il frutto di importanti e pluriennali collaborazioni del WMF, come quella con la Digital Library del Ministero della Cultura, che ha portato diverse iniziative in fiera e ha permesso l’interazione con uno dei robot più avanzati del mondo, usato per il monitoraggio del Parco Archeologico di Pompei: il quadrupede Spot della Boston Dynamics.

Un intero padiglione della Fiera, inoltre, ha accolto gli eventi del World Startup Fest, manifestazione di riferimento internazionale per startup, scaleup e investitori che, oltre alla Startup Competition internazionale più grande d’Italia, ha realizzato palchi dedicati come lo Startup Stage e l’Entrepreneurship stage, spazi espositivi nello Startup District dedicati ai progetti innovativi italiani ed esteri e opportunità di networking e business grazie agli incontri B2B con delegazioni di investitori, presenti grazie alla partnership con ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

Da ricordare anche il Digital Job Fair, la fiera dedicata alle professioni digitali che ha messo a disposizione: il servizio di job placement in grado di mettere in contatto domanda e offerta, speed meeting, incontri B2B nell’area dedicata powered by Mondoffice e varie occasioni di networking. Fondamentali il WMF Youth ospitato dal truck della Polizia Postale, l’Hackathon Europeans For Future, realizzato in collaborazione con il Parlamento Europeo durante l’anno europeo dei giovani, e l’Innovation Film Fest con proiezioni, contest e incontri dedicati al mondo della nona arte che ha ospitato nomi come Pupi Avati e Alessio Cremonini.

Contents.media
Ultima ora