L’Usigrai attacca Marchisio per il suo tweet contro Cerqueti: ‘La Juventus prenda provvedimenti’ COMMENTA  

L’Usigrai attacca Marchisio per il suo tweet contro Cerqueti: ‘La Juventus prenda provvedimenti’ COMMENTA  

marchisio

E’ durissimo il comunicato diffuso giovedi 3 marzo dall‘Usigrai, il sindacato dei giornalisti  Rai che ha attaccato duramente il centrocampista della Juventus Claudio Marchisio per il tweet pubblicato a caldo nel corso della semifinale di Coppa Italia tra Inter e Juventus. Sul social network il centrocampista juventino ha attaccato duramente il telecronista Rai, Gianni Cerqueti, ritenuto essere un ‘non vedente’ per la valutazione data su un fallo che ha visto protagonista l’attaccante juventino,Simone Zaza.


Marchisio si era già scusato su facebook per la sua frase sul social network, con la comunità dei non vedenti, ma a quanto pare, il ‘mea culpa’ del giocatore non è stato considerato sufficiente dall’Usigrai, il sindacato dei giornalisti Rai, che ha chiesto a Juventus, Lega Calcio e Figc di prendere seri provvedimenti per la presa di posizione del giocatore.


L’Usigrai, nel comunicato, ribadisce che non è possibile banalizzare il tweet di Marchisio come una semplice ‘caduta di stile’. Il giocatore della nazionale nel suo tweet, avrebbe offeso l’intera comunità dei non vedenti, oltre ad avere messo in dubbio la ‘professionalità di Gianni Cerqueti’, professionista irreprensibile, reo di avere espresso solo una propria valutazione sul fallo di Zaza, nell’esercizio del proprio lavoro.


Secondo l’Usigrai, il contenuto del tweet di Marchisio sarebbe da ritenersi ancora più grave perché le parole offensive sono state espresse da un calciatore che milita in una squadra dal grande blasone come la Juventus, nonchè della nazionale di calcio.

L'articolo prosegue subito dopo

Il comunicato auspica in conclusione che la Lega Calcio, la Figc e la Juventus possano prendere dei seri provvedimenti disciplinari per censurare la presa di posizione di Marchisio, al fine di tutelare i valori dello sport che ‘nulla hanno a che vedere con questi linguaggi’.

In realtà Marchisio, nel precedente post su facebook si è già scusato per l’offesa ai non vedenti, ma avrebbe difeso il proprio diritto ad esprimere liberamente la propria opinione.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*