Aggressione in metro: spunta il video del pestaggio

Roma

Aggressione in metro: spunta il video del pestaggio

Lo hanno riempito di calci violenti in diverse parti del corpo, lasciandolo semi incosciente a terra. E’ accaduto pochi giorni fa, il 18 settembre, a bordo della metropolitana romana, linea B: è qui che Maurizio di Francescantonio e la madre, intervenuta per cercare di difenderlo, sono stati vittime di un pestaggio violento scaturito da motivi futili, l’aver chiesto ad un gruppo di giovani di spegnere la sigaretta poichè stavano fumando in un’area vietata. Ne è derivata una discussione sfociata in un primo contatto che è poi degenerato in una cieca violenza di gruppo, un pestaggio filmato e recentemente reso pubblico dal fotografo Rino Barillari su il Messaggero.it, per poi diffondersi a macchia d’olio sul web.

Un filmato molto importante perchè mostra nel dettaglio quanto accaduto intorno alle 15, quando il vagone era particolarmente affollato. Maurizio si allontana da Elena, la madre, andando a riprendere il gruppo di ragazzi che stava fumando a bordo; dopo essere tornato al suo posto, gli autori del pestaggio si avvicinano a lui.

Il treno si ferma alla stazione Bologna e a quel punto un ragazzo con cappellino e maglia neri esce sulla banchina e lo raggiunge alla porta del vagone di fronte. Qui c’è probabilmente il primo contatto e le immagini si fanno davvero crude, con la madre che interviene per difendere il figlio ma viene gettata a terra e colpita. Maurizio riesce a sferrare un calcio al ragazzo col cappellino ma nel frattempo gli altri due giovani si avvicinano e uno di loro lo butta a terra. Cominciano a sferrare decine di calci a Maurizio, bloccato a terra, mentre gli altri passeggeri si allontanano spaventati.

Maurizio verrà in seguito ricoverato, e ancora oggi si trova in prognosi riservata; brutte ferite, ma meno gravi, anche per la madre che è stata colpita più volte al petto. Poco dopo due dei tre giovani, anche se secondo le forze dell’ordine potrebbe esserci anche una ragazza, sono stati fermati poco dopo: si tratta del 25enne Antonio Senneca e del 27enne Luigi Riccitiello, reduci da un rave party, come da loro stessi raccontato, e sotto effetto di droghe quando hanno pestato Maurizio.

Sono indagati per tentato omicidio, mentre si cerca di individuare il terzo membro della band, che è riuscito a fuggire.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche