Anoressia sentimentale: come guarire

Salute

Anoressia sentimentale: come guarire

anoressia sentimentale

La paura d’amare ha un nome: anoressia sentimentale. Detta anche mal d’amore, questo disturbo affligge chi ha subito un evento traumatico. Come si guarisce?

Con l’espressione anoressia sentimentale si indica l’incapacità di alcuni soggetti, uomini o donne che siano e di qualsiasi età, di amare il proprio partner. La mancanza di desiderio d’amore di questi soggetti può essere conscia o inconscia. In genere chi è affetto da anoressia sentimentale, o mal d’amore che dir si voglia, ha subito un trauma o un evento particolarmente doloroso e non riesce ad aprirsi all’amore per paura di soffrire di nuovo. Altre volte però questo disturbo sentimentale ha origini più profonde, in traumi infantili e separazioni dolorose dai parenti più stretti. L’anoressia sentimentale può manifestarsi in uno solo dei rapporti del soggetto interessato o essere una costante delle sue relazioni. Nel primo caso si tratta di un evento episodico che il soggetto affronta e supera, nel secondo il soggetto è portato a ripetere gli stesi meccanismi in ogni relazione, senza superare il problema.

Guarire dall’anoressia sentimentale

Prima di parlare di come uscire da questa situazione e guarire dall’anoressia sentimentale, bisogna capire se è una costante dei rapporti amorosi del soggetto o se è un evento episodico. Nel primo caso il soggetto, per paura di affidarsi all’altro e di lasciarsi andare, negherà con forza i propri sentimenti.

L’orgoglio e la paura sono i fattori che impediscono a chi soffre di questo disturbo di abbandonarsi all’amore, tenendo sempre sotto stretto controllo la relazione. Chi ripete questo schema in ogni relazione non ha la percezione del proprio disturbo e non prova rimorso o dolore. Si limita ad attribuire la colpa all’altro nel momento in cui la relazione finisce. Se si tratta di un singolo episodio di anoressia sentimentale il discorso è diverso. In questo caso il soggetto è stato fortemente segnato da un evento doloroso e la paura di amare si mescola al senso di colpa.

Se in un rapporto chi non riesce ad amare fino in fondo e a mettersi in gioco è consapevole e vorrebbe superare queste sue paure, la soluzione è tanto semplice a dirsi quanto difficile a farsi. Chi soffre di anoressia sentimentale può guarire solo se cede completamente all’amore. Amare fino in fondo e senza paure è l’unico modo per superare la paura e il senso di colpa.

Questo risulta più facile per chi è cosciente del proprio disturbo e, con l’aiuto del partner, può sconfiggere il mal d’amore. Nel caso in cui questo meccanismo sia la costante di ogni relazione del soggetto interessato, non è così facile uscirne. La soluzione migliore è iniziare un percorso terapeutico con uno psicologo, in primis per prendere coscienza del problema. Poi, pian piano, elaborare un percorso per superare il mal d’amore.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...