Attentato all’aeroporto di Istanbul: almeno 3 esplosioni, 36 morti COMMENTA  

Attentato all’aeroporto di Istanbul: almeno 3 esplosioni, 36 morti COMMENTA  

Cresce di minuto in minuto il bilancio di morti e feriti del terribile attentato avvenuto poche ore fa all’aeroporto di Istanbul. Inizialmente si era parlato di due esplosioni ma secondo fonti ufficiali sarebbero state almeno tre le deflagrazioni e si sarebbe trattato di un attentato. Due uomini si sono fatti saltare in aria dopo aver fatto fuoco sulla folla, come confermato dal ministro della Giustizia turco Bekis Bozdag: l’attentato sarebbe avvenuto durante uno scontro a fuoco dei due uomini con la polizia; al momento non è chiaro se i due facciano parte di un’organizzazione terroristica ma le indagini sono indirizzate verso questa possibilità.

Leggi anche: Super sexy all’aeroporto: la ragazza si presenta in slip


Le esplosioni, che hanno provocato al momento 36 morti e 147 feriti tra i quali anche alcuni agenti della polizia, sono avvenuta agli arrivi del terminal internazionale dello scalo più grande di Istanbul, mentre gli spari sono stati uditi, come sottolineato da diversi testimoni, nel parcheggio. In questi minuti sono state diffuse immagini dalle tv turche con feriti portati via dai taxi. Poco fa invece è stato pubblicato online il video della prima esplosione. Gli sviluppi dell’attacco terroristico vengono seguiti minuto dopo minuto dalla Farnesina attraverso l’unità di crisi, attivata per verificare se vi siano eventuali italiani rimasti coinvolti nelle esplosioni. Una procedura questa che si mette in atto tutte le volte che si verificano casi analoghi.

Leggi anche: Allarme bomba su due aerei atterrati a Bruxelles


Leggi anche

Piero Pelù: le foto delle schede elettorali che ho postato erano autorizzate
News

Piero Pelù: le foto delle schede elettorali che ho postato erano autorizzate

Piero Pelù cerca di rettificare il suo post e la sua denuncia, o se non proprio di rettificare di rivedere il suo messaggio, probabilmente da molti male interpretato. Nelle ultime ore sono state moltissime  le segnalazioni e le denunce in tutta Italia per casi di matite cancellabili e altre presunte irregolarità. Il segno lasciato delle matite copiative non può essere cancellato perché, anche qualora la gomma riesca a rimuovere la grafite, i pigmenti colorati rimangono. Quindi, se riuscite a cancellarlo, è sicuramente perché utilizzate una matita qualunque e non una matta copiativa. Così dichiara Piero Pelù stasera alle 19: "Per maggior informazione: le tre fotografie Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*