Brexit, Juncker: sentiti anche i leader di altri pianeti COMMENTA  

Brexit, Juncker: sentiti anche i leader di altri pianeti COMMENTA  

brexit juncker

La Brexit mette in pericolo l’Unione Europea. Occorre agire subito e bene. Se serve, bisogna anche sentire i leader di altri pianeti, come ha fatto Juncker.


Nel corso di un convegno sullo stato dei fatti in Europa a seguito della vittoria del fronte del Leave al referendum britannico sulla Brexit, il presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker avrebbe spiegato di essere molto preoccupato.


Chi osserva l’Unione Europea “da lontano”, avrebbe detto Juncker, “è preoccupato”. “Ho visto e parlato con molti leader di altri pianeti” il proseguo del discorso, “e sono preoccupati per il cammino dell’Unione Europea”. Nella ripresa video in cui il Presidente della Commissione Ue pronuncia queste parole, si scorge sullo sfondo anche Federica Mogherini che sembra porgere l’orecchio mostrandosi molto attenta.


“Dobbiamo tranquillizzare non solo gli europei” avrebbe concluso Juncker “ma anche chi si osserva da lontano”.

Non è chiaro se si tratti di una ripresa video istituzionale e, in ogni caso, sembra più che probabile una piccola defaillance verbale, un lapsus.

L'articolo prosegue subito dopo

Pianeti invece di stati. Juncker avrebbe solo sbagliato parola, scegliendo il vocabolo francese “planète” – che significa in effetti “pianeta” – al posto di quello corretto. Ad esempio “pays”, che significa “paese”. Anche se c’è la possibilità che il presidente abbia detto proprio ciò che intendeva dire.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*