Brindisi: avvocato uccide il suo cliente con una pistola dopo una discussione

Cronaca

Brindisi: avvocato uccide il suo cliente con una pistola dopo una discussione

Brindisi: avvocato uccide il suo cliente con una pistola dopo una discussione

Un civilista 47enne ha ucciso a colpi di pistola un suo assistito nel proprio studio legale di Oria e poi si è costituito. Ancora ignoto il movente del gesto.

Ci sarebbe stata una discussione tra avvocato e cliente all’origine del gesto del civilista di 47 anni che ha ucciso un proprio assistito sparandogli ripetutamente. L’omicidio è avvenuto nel pomeriggio di giovedì 3o marzo all’interno dello studio del professionista, sito a Oria, in provincia di Brindisi. A sparare è stato Fortunato Calò, mentre la vittima si chiamava Arnaldo Carluccio. Carluccio, un 45enne di Torre Santa Susanna, aveva piccoli precedenti penali.

L’avvocato ha atteso che sul luogo del delitto arrivassero i carabinieri, chiamati dai colleghi su espressa richiesta dello stesso Calò, e si è quindi costituito. Sul posto i militari hanno trovato il cadavere del cliente immerso in una pozza di sangue. Il civilista ha consegnato ai carabinieri la pistola con la quale ha esploso i colpi mortali all’indirizzo di Carluccio ed è stato poi condotto in caserma per essere sottoposto a interrogatorio.

L’arma era legalmente detenuta da Calò, benché questi non fosse autorizzato al porto della stessa al di fuori della propria abitazione.

L’avvocato ha trascorso la notte in carcere. Per lui l’accusa è omicidio volontario. Gli inquirenti stanno ora lavorando per ricostruire il movente del delitto, sul quale per il momento non sarebbero emerse indicazioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche