Camorra e neomelodici, il business del Casalesi: arrestate 12 persone

Cronaca

Camorra e neomelodici, il business del Casalesi: arrestate 12 persone

Caserta – Obbligavano ristoranti, tv locali e organizzatori di feste patronali a ingaggiare i cantanti neomelodici sotto la loro ala protettiva. I Casalesi avevano il loro rooster “artisti” (senza offesa per i veri artisti). Con le accuse, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsioni, porto e detenzione illegale di armi da fuoco e cessione di sostanze stupefacenti, aggravati dalla finalità mafiosa, sono state arrestate 12 persone ritenute affiliate al gruppo di Nicola Schiavone, detto “Sandokan”. Gli arresti sono stati eseguiti all’alba di questa mattina dai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Caserta ,su disposizione del Gip di Napoli e su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia della città partenopea. Le indagini sono state dirette dal pm Giovanni Conzo, Maurizio Giordano e Antonello Ardituro, coordinati dal Procuratore Aggiunto Federico Cafiero de Raho e dal Procuratore Capo Giovanni Colangelo. Cinque dei destinatari delle ordinanze di custodia cautelare si trovavano già in carcere.

Gli arrestati
Tavoletta Carlo, Musto Gennaro, Menale Giovanni, Marino Carmen, Mallardo Roberto, Limaldi Silvana, Esposito Giuseppe, Iacolare Alfonso, Falcone Pietro, De Biase Gaetano, Capone, Esposito Giuseppe.

1 / 12
1 / 12
20121201_10677_capone_iv
20121201_10677_de_biase_gaetano
20121201_10677_esposito_giusdgdggeppe_cl
20121201_10677_esposito_giuseppe_cl
20121201_10677_falcone_pietro
20121201_10677_iacolare_alfonso
20121201_10677_limaldi_silvana
20121201_10677_mallardo_roberto
20121201_10677_marino_carmen
20121201_10677_menale_giovanni
20121201_10677_musto_gennaro
20121201_10677_tavoletta_carlo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche