Caratteristiche Jobs Act COMMENTA  

Caratteristiche Jobs Act COMMENTA  

Si parla ormai da mesi del “Jobs Act”, ovvero di una sostanziale riforma del lavoro che il Governo Italiano, specie nella persona del presidente del Consiglio Matteo Renzi, aveva intenzione di varare. In queste ore sembrerebbe aver preso una sua forma definitiva.

Tra le misure previste dal Jobs Act, che entrerà in vigore a partire dal primo marzo, la più significativa è l’abolizione di tutte le forme contrattuali per il lavoro di collaborazione, vale a dire co.co.pro. e co.co.co., formule di cui, secondo il premier e i suoi collaboratori, si è abusato, specie nell’assunzione di neo laureati per stage formativi.

Inoltre, si è creata una nuova forma di contratto, detta a tutele crescenti, che sostituirà le formule attualmente esistenti di contratto di lavoro subordinato tra privati. Resta escluso dal Jobs Act il lavoro dipendente pubblico.

Ci sono novità anche per i disoccupati licenziati da poco, per i quali si allunga di 24 mesi il diritto a ricevere l’assegno di disoccupazione, nel caso in cui il licenziamento sia intervenuto per cause indipendenti dalla propria volontà.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*