Caserta: si getta dall’auto in corsa per sfuggire dal marito

Cronaca

Caserta: si getta dall’auto in corsa per sfuggire dal marito

Caserta

A Caserta una donna pur di sfuggire dalle violenze del marito si è gettata dall'auto in piena corsa, rischiando di morire

Altro brutto episodio di violenza contro una donna. Questa volta capitato a Caserta, dove una donna si è gettata dall’auto in piena corsa pur di sfuggire dal marito che la picchiava.

Episodio di violenza a Caserta: il racconto dei fatti

Ha rischiato di morire pur di scappare dalla furia del marito che la stava riempendo di botte. Questo è quanto successo ad una donna di Caserta, che si è gettata dall’auto in piena corsa nel tentativo di fuggire dal marito che la stava picchiando.

Il fatto è accaduto a Castel Volturno in provincia di Caserta. La vittima, che ha riportato diverse fratture e contusioni, ha 34 anni. Mentre l’uomo, di 41 anni di Villa Laterno, è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di lesioni personali aggravate, maltrattamenti in famiglia e sequestro di persona.

Secondo quanto raccolto infatti dai militari della Compagnia di Mondragone, il 41enne ha cominciato a picchiare selvaggiamente la moglie armato con un bastone.

I motivi della violenta lite sono riconducibili con ogni probabilità alla gelosia e a rancori personali. L’episodio è avvenuto mentre i due stavano viaggiando in macchina, con la donna che per sfuggire dalla furia violenta del marito si è letteralmente gettata dall’auto in piena corsa.

Donna si getta dall’auto per sfuggire alla violenza del marito: le conseguenze del gesto

A causa di questo gesto, la donna si è procurata un trauma cranico facciale non commotivo con frattura delle ossa nasali, ematomi multipli al volto, contusioni ed escoriazioni multiple sul corpo. Secondo i medici della clinica Pineta Grande, dove la moglie è stata subito trasportata, hanno indicato come tempo di guarigione circa una ventina di giorni.

Sono stati proprio i sanitari dell’ospedale ad avvertire i carabinieri, che hanno raccolto la denuncia della donna, per poi procedere con l’immediato arresto dell’uomo. Il 41enne è stato poi successivamente portato nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Non è il primo episodio di violenza capitato negli ultimi tempi a Caserta.

Lo scorso maggio, infatti, una donna nigeriana, che era rimasta in bilico tra la vita e la morte per diversi giorni, è morta dopo aver tentato di difendere un’amica dall’aggressione dell’ex marito. In quel caso fatale fu la profonda ferita subita all’addome da un’accoltellata. Per quell’episodio furono invece i Carabinieri della Stazione di Castel Volturno ad intervenire, arrestando l’uomo subito dopo l’aggressione con l’accusa di tentato omicidio. L’ex moglie, invece, riuscì a cavarsela con una prognosi di sette giorni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche