Castello di Francisco Franco in stato di abbandono COMMENTA  

Castello di Francisco Franco in stato di abbandono COMMENTA  

CASTELLO DEL CANTO DEL PICO
CASTELLO DEL CANTO DEL PICO

Conoscete bene Madrid? Oggi andremo alla scoperta del castello di uno dei dittatori del XX secolo: Il castello del Canto del Pico di Francisco Franco.

A 41 anni dalla morte del dittatore fascista Francisco Franco, il suo castello del Canto del Pico, nella Sierra vicino a Madrid si trova abbandonato e in rovina con porte e finestre sfondate.


La struttura fu rovinata negli anni ’80, quando fu temporaneamente lasciato senza protezioni. Il nome del Canto del Pico deriva dalla “grande canzone di granito” nel “picco della montagna” che domina il paese di Torrelodones. Da esso, è possibile individuare 34 comuni della regione.


Il castello era stato eretto nel 1920 dal Conte de Las Almenas su un’alta roccia e per 35 anni era stata la dimora del dittatore Franco per passare i week end con la sua famiglia. Era anche il suo nascondiglio quando i Servizi Segreti lo avvisavano di un possibile attentato.


Nel 1930 il castello era stato dichiarato Bene di interesse Culturale. Il suo primo proprietario, il Conte di Las Almenas era un collezionista e uomo dai gusti raffinati che aveva fatto erigere il castello con un’architettura simile ai castelli e ai monasteri presenti in ogni parte del paese.

L'articolo prosegue subito dopo


Il Conte infatti aveva fatto prelevare elementi architettonici come colonne, capitelli gotici appartenuti a un chiostro quattrocentesco di un monastero cistercense.

Nel 1936, durante l’inizio della Guerra Civile innescata da Franco, il castello era stato requisito per essere utilizzato come quartiere generale dell’esercito repubblicano nella battaglia di Brunete.

Nel 1940 il conte Las Almenas stava morendo di depressione per la scomparsa del figlio, ucciso durante la Guerra Civile e decise di lasciare in un testamento l’eredità del castello del Canto del Pico al Caudillo che ne frattempo era diventato Capo dello Stato.

Alla morte del dittatore nel 1975 il castello passa alla nipote Maria del Mar Martinez-Bordiù che nel 1988 lo vende a una società che vuole trasformarlo in albergo di lusso.

In questi anni il castello rimase disabitato e senza i controlli dei guardiani fino ad essere vampirizzato ed essere palcoscenico di strane presenze fantasma.

Vennero poi rubate le preziose collezioni appartenute al Conte e al dittatore Franco. Furono rubati addirittura gli elementi architettonici che successivamente furono venduti.

Nel 1988 scoppiò un incendio che distrusse il tetto e danneggiò fortemente tutta la struttura.

Iscritto successivamente alla Lista Rossa del Patrimonio da salvare, ma di fatto lasciato ancora abbandonato fu descritto dalla ABC come: “Castello che appare come un tetro fantasma ancorato alla roccia di Torrelodones e ai cui piedi scorre ora l’autostrada A-6 Madrid-La Coruna”.

 

 

 

 

1 / 5
1 / 5
  • CASTELLO DEL CANTO DEL PICO
  • 15672
  • 19815187
  • francisco-franco-630x274
  • palacio-canto-pico--644x362

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*