Come alleviare i crampi alle gambe in modo naturale COMMENTA  

Come alleviare i crampi alle gambe in modo naturale COMMENTA  

I crampi alle gambe sono comuni e si possono verificare per varie ragioni. Di solito sip tratta di un semplice sbilanciamento dei minerali causato da una sudorazione eccessiva quando si fa esercizio fisico. Alcune persone hanno condizioni di fondo più gravi che portano ad avere crampi alle gambe, come cambiamenti nel sistema circolatorio e devono essere monitorati dal medico. Potete avere sollievo dai crampi in modo naturale senza usare farmaci.

Leggi anche: Zumba: passi base


Alleviare i crampi alle gambe in modo naturale

Istruzioni

1 Dal momento che i crampi alle gambe sono di solito causati da reni deboli e stanchi, potete mangiare alcuni cibi che aiutano a migliorare la funzionalità di questi organi. Fagioli, pesce, verdure a foglia verde, alghe, frutta fresca e cereali integrali sono cibi adatti.

Leggi anche: Zucca del benessere


2 Evitate di mangiare carne, bibite e latticini fino a che i crampi alle gambe migliorano.

3 Assumete degli integratori per evitare che il vostro corpo abbia carenze di certi minerali.

Assumete almeno dai 2 ai 10 mg di vitamina B, dai 100 ai 500 mg di vitamina C, dai 100 ai 400 UI di vitamina E, 1000 mg di calcio e 100 mg di magnesio.

Leggi anche

Come fare pudding con avena: ricetta
Guide

Come fare pudding con avena: ricetta

In Inghilterra è ormai un must il pudding ma se avessimo voglia di fare il pudding con l'avena per colazione? Ecco alcune idee La colazione più gettonata in Inghilterra è sempre stato il pudding, compagna anche di vari dessert invernali e molto squisiti. Dolce tradizionale anche nel periodo natalizio. Molte sono le ricette che si possono trovare per fare vari pudding, a seconda dell'occasione anche. Ma vediamo come preparare il pudding con l'avena per la prima colazione. La preparazione del pudding richiede abbastanza tempo ed essendo già difficile svegliarsi di prima mattina solo per preparare la colazione, passa la voglia Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*