Come pulire un lavello in porcellana macchiato

Guide

Come pulire un lavello in porcellana macchiato

Dopo sei settimane di preparazione di conserve e marmellate, mi sono ritrovata con un lavello sporco, macchiato, pieno di segni ed incrostazioni. La parte peggiore erano i segni lasciati da varie pentole, bollitori e vassoi. Sebbene io di solito preferisca usare per le pulizie casalinghe dei prodotti naturali, questa volta mi sono resa conto che c’era bisogno di qualcosa di più “aggressivo”. Ecco come ho fatto per riportare il mio lavello in porcellana all’iniziale splendore.

Occorrente

Per affrontare l’impresa serviranno un barattolo di polvere abrasiva, della candeggina, stracci, paglietta abrasiva, guanti, vestiti adatti ed un grembiule. Leggere bene le istruzioni sulle etichette dei prodotti prima di iniziare il lavoro.

Istruzioni

Riempi il lavandino con circa due centimentri di acqua tiepida. Con la paglietta gratta via ogni residuo di cibo rimasto sulle pareti. Fai scaricare l’acqua.

Cospargi generosamente il fondo del lavandino con la polvere abrasiva. Strofina sui segni metallici con uno straccio umido su cui hai applicato altra polvere abrasiva.

Ci vorrà un po’ di olio di gomito per togliere quei segni, ma alla fine la spunterai. Una volta sconfitti i segni metallici, con lo straccio affronta le macchie. Poi risciacqua le pareti del lavello con l’acqua fredda e lascialo svuotare.

Se il lavandino è molto macchiato (come lo era il mio), la polvere abrasiva potrebbe non essere sufficiente a togliere tutte quelle macchie giallastre. Per rimuovere le macchie più tenaci, attappa il lavello e riempilo con l’acqua per 7-8 centimentri. Aggiungi una tazza di candeggina. Immergi lo straccio nella miscela e strofina le pareti del lavello fino a far scomparire tutte le macchie, poi stappa il lavandino e fai scorrere via l’acqua. Risciacqua bene con acqua fredda.

Con questi tre passaggi un lavandino macchiato ed ingiallito tornerà come nuovo. Assicurarsi sempre di leggere le etichette dei prodotti prima di usarli e di aprire le finestre per una ventilazione adeguata prima di iniziare il lavoro di pulizia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*