Dagli annunci ai contratti: la guida - Notizie.it
Dagli annunci ai contratti: la guida
News

Dagli annunci ai contratti: la guida

http://www.notizie.it/wp-content/uploads/2016/07/truffe-case-vacanza.jpg
http://www.notizie.it/wp-content/uploads/2016/07/truffe-case-vacanza.jpg

Anche per affittare un appartamento le regole e gli accorgimenti da seguire sono tanti:

  • Molto spesso se un’offerta è sensibilmente più bassa rispetto ai prezzi medi della zona, si tratta di una truffa.
  • In alcuni casi il truffatore invita la persona interessata a fare il versamento con una money transfer e poi si dissolve nel nulla.
  • L’agente immobiliare va pagato sempre a conclusione del contratto e non anticipatamente.
  • La provvigione massima per l’agente immobiliare è fissata dal Comune.
  • E’ utile controllare che sull’immobile non gravino ipoteche e cartelle esattoriali di Equitalia.

Una volta scelta la casa ideale, arriva il momento del contratto.

  • Si consiglia di scegliere la forma contrattuale più adatta alla propria condizione.
  • La caparra non può superare i tre mesi e deve essere restituita con gli interessi.

Prima di intraprendere la ricerca dell’appartamento:

  • Spesso le agenzie immobiliari lasciano sui siti l’annuncio di un immobile molto allettante ma già affittato.

    Sarebbe utile chiamare l’agenzia confrontare le informazioni.

  • Durante la visita dell’abitazione, verificate sempre lo stato degli elettrodomestici e le condizioni della casa.
  • Attenzione ai dei metri quadri calpestabili dichiarati.

Dopo aver sottoscritto il contratto di locazione:

  • Mai pagare il canone prima di aver formalizzato il contratto. Nel caso della caparra, occorre farsi rilasciare una ricevuta.
  • Il padrone di casa può richiedere una fideiussione bancaria, invece della caparra o una polizza assicurativa.
  • La casa deve essere lasciata nelle condizioni in cui viene trovata.
  • Le spese condominiali straordinarie sono a carico del proprietario.
  • Il nuovo inquilino non è responsabile delle utenze dell’inquilino precedente.
  • Nel contratto, se non viene indicato diversamente, il preavviso è di 6 mesi per la disdetta da parte dell’inquilino.

Qualora poi non aveste il tempo o la possibilità di gestire da soli tutte le fasi di aggiornamento del profilo, risposte agli annunci, consegna e restituzione delle chiavi o di comunicazioni con i clienti, potete affidarvi ad una società di intermediazione come Guesthero, specializzata proprio nell’ affiancare i proprietari di immobili che decidono di pubblicare annunci di affitto per ospitare turisti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche