Denise Pipitone, la madre mostra una foto in TV: nuova inchiesta riaccende la speranza

Denise Pipitone, la madre mostra una foto in TV: nuova inchiesta riaccende la speranza

Cronaca

Denise Pipitone, la madre mostra una foto in TV: nuova inchiesta riaccende la speranza

Avrebbe 17 anni
La storia di Denise e come potrebbe essere oggi.

Nella serata di mercoledì, 11 ottobre, a “Chi l’ha visto?”, Piera Maggio, madre di Denise Pipitone ha mostrato una foto che potrebbe essere di sua figlia. La Procura indaga sulle impronte.

L’immagine a “Chi l’ha visto?”

Si torna a parlare di Denise Pipitone, la bimba scomparsa quando aveva 4 anni da Mazara del Vallo il 1° settembre 2004, mentre stava giocando sul marciapiede fuori casa; bimba che la madre, Piera Maggio, non ha mai smesso di cercare, ritenendo che sia ancora viva – o almeno per sapere come sia stata uccisa e dove si trovino i suoi resti -.

Foto mostrate a "Chi l'ha visto?"

E’ stata proprio la donna a mostrare a “Chi l’ha visto?” la fotografia di una ragazza che assomiglia a quella della foto – ricostruzione del volto che, secondo il Ris, avrebbe Denise oggi, a 17 anni. La puntata condotto da Federica Sciarelli su Rai 3, è andata in onda nella serata di mercoledì 11 ottobre. Piera Maggio è intervenuta insieme al suo avvocato, sostenendo che quella ragazza potrebbe essere sua figlia: “Non m’illudo, ma non perdo la speranza”, ha detto la donna. C’è solo da sperare che questa foto sia una speranza vera, anzi, molto più che una speranza, perchè in questi anni ne sono state date tante vane a Piera: false foto inviate da mitomani e persino falsi contatti di ragazze dall’estero che dicevano di essere Denise, invece, purtroppo, non era vero.

Ma come fa una madre ad arrendersi al fatto di non trovare più sua figlia o alla peggiore delle eventualità, se c’è solo appunto la più piccola speranza? Ecco, questo è il caso della nuova foto della presunta Denise, ora adolescente.

La Procura riapre le indagini

La speranza di una madre

Intanto la Procura di Marsala – come richiesto da tempo dalla mamma di Denise e dal suo legale – ha deciso di riaprire le indagini sul caso, sulla base di diverse impronte digitali che ha inviato ai Carabinieri di Messina e che potrebbero essere della giovane scomparsa. Impronte trovate mesi fa in diversi luoghi e in diverse auto, nella zona dove Denise è sparita, e dalle quali oggi è possibile ricavare il Dna. Le ricerche continuano, come continua a non arrendersi, a non poter arrendersi, la mamma dell’adolescente.

Le assoluzioni

E' stata assolta

Per ora non c’è neppure nessun imputato per la scomparsa di Denise: è stata infatti confermata l’assoluzione anche in Cassazione il 19 aprile scorso della sorellastra, Jessica Pulizzi, all’epoca dei fatti minorenne, e dell’ex fidanzato di lei, Gaspare Ghaleb, italo-tunisino.

I due, in favore dei quali si sono pronunciati il tribunale di Marsala e la corte d’appello di Palermo. Gaspare aveva a suo carico anche l’accusa di false dichiarazioni rilasciate ai magistrati, ma il reato cadde presto in prescrizione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche