Europa League, Lione-Roma 4-2: ecco le pagelle. I giallorossi travolti nella ripresa

Calcio

Europa League, Lione-Roma 4-2: ecco le pagelle. I giallorossi travolti nella ripresa

Europa League, Lione-Roma 4-2: ecco le pagelle. I giallorossi travolti nella ripresa
Europa League, Lione-Roma 4-2: ecco le pagelle. I giallorossi travolti nella ripresa

Europa League dai due volti: primo tempo giallorossio; il secondo, francese. Gol di Diakhaby, Salah e Fazio. Nella ripresa, Tolisso, Fekir e Lacazette.

La vittoria del Lione, 4-2, contro la Roma, in questa partita di andata degli ottavi di finale di Europa League, è giunta negli ultimi minuti di una sfida divertente e ben giocata da entrambe le compagini. A un primo tempo di dominio della Roma, è seguito il secondo in cui hanno spadroneggiato i francesi, che hanno saputo sfruttare l’evidente calo fisico di De Rossi e di buona parte della squadra. Diakhaby sblocca all’8′ per il Lione, ma i giallorossi ribaltano la sfida con Salah (20′) e Fazio (33′). Nella ripresa, però, la squadra di Spalletti cede e subisce le reti di Tolisso (47′), Fekir (74′) e Lacazette (92′). Il risultato finale sarà piuttosto difficile da ribaltare, sebbene nel ritorno i giallorossi potranno far leva sulla spinta dello Stadio Olimpico L’ultima speranza italiana in Europa League, quindi, sarà tutta concentrata nel ritorno Roma-Lione.

Ecco le pagelle di Lione-Roma 4-2.

ROMA

Allison: 6,5 – Non riesce a salvare la porta da un destro di Tolisso forte e preciso.

Ci riesce in almeno tre circostanze. Sugli altri tre gol non può davvero nulla.

Manolasù: 5 – Si blocca quando il Lione va in vantaggio con Diakhaby, che gli era spuntato alle spalle. Si riscatta con qualche buona chiusura. Ma quando il Lione parte in quarta, anche lui va in bambola.

Fazio: 5,5 – La sua zuccata vincente per il momentaneo vantaggio giallorosso non basta, perchè quando Fekir lo punta, va in confusione e gli lascia quel giusto spazio per metterla nell’angolino. Errore fatale.

Juan Jesus: 4,5 – In confusione, si perde banalmente. Le sue sono gravi carenze tecniche. In occasione del gol del 2-2, gira a vuoto. E nel 3-2 di Fekir, nemmeno si impegna a contrastare. Si arrende senza più provare. Un vero disastro.

Bruno Peres: 5,5 – Di poca spinta. Valbuena e Morel, poi, gli spuntano da tutte le parti. Un finale senza più ossigeno.

Emerson: 5,5 – Prestazione opaca.

Fatica in fase difensiva e in zona d’attacco. Insomma, non riesce ad incidere da nessuna parte.

Strootman: 6 – Spiazza ovunque. Gioca molti palloni e va spesso alla conclusione, sfiorando il gol con un destro da fuori area. Stanco morto nel finale. Tanta fatica sprecata.

De Rossi: 5,5 – Serve l’assist per il gol di Fazio. Peccato che cali fisicamente nel tempo, mancando del tutto in mezzo al campo (dall’82’, Paredes s.v: entra in un momento difficile. Tenta, inutilmente, a mettere un po’ di ordine).

Nainggolan: 6 – Corre come una furia ma spreca energie che si fanno sentire davanti alla porta. Ci nonostante, la sua è una prestazione appassionata. Perchè è, forse, l’unico che, nel secondo tempo, cerca di fare qualcosa. Esce provato (dall’85’, Perotti: 5,5 – Entra male e sbaglia quasi tutto).

Salah: 6 – Il migliore della Roma. I suoi spunti mandando in tilt la difesa francese. Sfrutta l’errore di Diakhaby, si invola da solo verso Lopes, battendolo sotto le gambe.

Aveva servito un assist impeccabile a Dzeko. Ma il bosniaco lo spreca.

Dzeko: 5 – Lotta, si dimena, sgomita. Ma quando c’è da concludere, non incide. Risultato? Molle, lento e macchinoso. Spreca l’occasione per segnare il terzo gol (dal 93′, El Shaarawy s.v: cambio inutile).

All.Spalletti: 5 – Solita Roma. Ottima nel primo tempo, disastrosa nella ripresa, incluso un drammatico calo fisico negli ultimi 20 minuti. Forse andava fatto qualche cambio prima. Al ritorno, sarà necessario un’impresa titatica. O, forse, un miracolo.

LIONE

Lopes: 6,5 – Ribatte con maestria a Nainggolan e Strootman. Incolpevole sui gol.

Morel: 6 – Soffre gli scatti in avanti di Bruno Peres. Cresce nella ripresa.

Mammana: 5,5 – Deve ancora maturare molto. Ha il talento per sfondare ma, al momento, i 9 milioni di euro proprio non li vale. Troppe sbavature e poca sicurezza trasmessa (dal 71′, Fekir: 7 – entra, segna il gol del 3-2 e sfiora il 4-2).

Diakhaby: 5 – Regala a Salah la palla dell’1-1.

Fisicamente mostruoso ma gli manca l’ABC.

Rafael: 6 – Ottimo assist in occasione del gol di Diakhaby. Spinge costantemente sulla corsia di destra. Esce per un infortunio (dal 46′, Jallet: 6,5 – Corre come un ragazzino, nonostante i suoi 34 anni. Una spina nel fianco).

Gonalons: 7 – Cuore e muscoli. Rimane in campo nonostante un problema fisico. E’ l’ultimo della squadra a mollare. Anzi, sfiora persino il 3-2. Ottimo anche come difensore centrale.

Tolisso: 6,5 – Per tutto il primo tempo, è come se avesse rinunciato a giocare. Nel secondo, invece, è un altro. Trova il pari, su invito di Lacazette.

Tousart: 5 – Passivo, timido. Esegue solo i compiti ma non ci mette del suo. Fa il gallo solo quando la Roma cala.

Valbuena: 6,5 – Piede delicato. Batte la punizione dell’1-0. Successivamente, la sua presenza è minimal, non dando molti punti di riferimento.

Lacazette: 7,5 – Fa mandare fuori di senno la coppia Manolas-Fazio, regala assist, costringe Alisson a una parata rocambolesca.

Insomma, una vespa che punge. Il suo gol del 4-2 è un capolavoro.

Gezzal: 5,5 – Fischiato dal pubblico e non muove un dito (anzi, un piede), per far cambiare idea ai suoi tifosi (dal 76′, Cornet: 6 – Entra e si fa sentire).

All. Bruno Genesio: 7 – Cambia in working in progress. Sceglie l’offensiva e vince la scommessa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche