Francia, approvata riforma del lavoro: ecco cosa dice

Francia, approvata riforma del lavoro: ecco cosa dice

Esteri

Francia, approvata riforma del lavoro: ecco cosa dice

riforma del lavoro valls

Approvata in via definitiva in Francia la riforma del lavoro. Mesi di polemiche e un iter tormentato. Ecco cosa dice la nuova legge.

E’ intervenuta l’Assemblea Nazionale per dare l’approvazione definitiva, in Francia, alla riforma del lavoro. Il governo si è avvalso della facoltà costituzionale di far approvare una legge senza il passaggio della discussione parlamentare. In assenza di opposizioni da parte dei membri dell’Assemblea Nazionale, da esprimere con una “mozione di censura”, al parlamento non resta che prendere atto della nuova legge.

Le novità più importanti, quelle che per mesi hanno fatto discutere, sono di fatto tre.

In primo luogo, i licenziamenti sarebbero resi più facili. Per l’allontanamento dei lavoratori varrebbero anche le ragioni economiche aziendali (inclusi importanti cali di vendite) e la riorganizzazione interna.

E’ stata poi ridotta la retribuzione del lavoro straordinario. Prima si valutava un 25% in più rispetto all’ordinario, adesso si passa al 10%.

Da ultimo, la riforma toglie forza ai contratti collettivi di lavoro, assegnando piena autonomia a quelli aziendali.

In pratica, perciò, un contratto di lavoro con una specifica ditta potrebbe risultare meno favorevole ai lavoratori di quanto non preveda il contratto collettivo di riferimento (che quindi perderebbe molta importanza, insieme ai sindacati stessi).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche