Integratori per studio e memoria: i migliori prodotti in rete
Integratori per studio e memoria: i migliori prodotti
Salute

Integratori per studio e memoria: i migliori prodotti

integratori

Integratori per lo studio e la memoria: funzionano davvero? Andiamo a scoprirne di più ma innanzitutto vediamo come funzionano i meccanismi del nostro cervello

Integratori per lo studio e la memoria: funzionano davvero? Andiamo a scoprirne di più ma innanzitutto vediamo come funzionano i meccanismi del nostro cervello.

Integratori per la memoria

Gli integratori alimentari per la memoria sono formulati con erbe e piante officinali indicate per stimolare il cervello, promuovere la sua funzione di memorizzazione delle informazioni, e favorire la capacita di recuperarle e perciò ricordarle. Spesso stati di stress e depressione influiscono sulla resa della memoria e per questa ragione l’uso di adattogeni vegetali, all’interno di queste composizioni, influisce beneficamente sulla concentrazione e sulle funzioni cognitive e mnemoniche.

Anche disturbi al sistema circolatorio impediscono la corretta ossigenazione dei tessuti e il loro nutrimento; per questo motivo gli integratori vengono formulati con piante ad azione antiossidante, antisclerotica e fluidificante del sangue.

Memoria significato

La memoria è definita come la capacità del cervello di conservare informazioni. Questo processo avviene i 3 fasi: l’elaborazione delle informazioni ricevute (codifica); la creazione di registrazioni permanenti delle informazioni codificate (immagazzinamento); e il recupero delle informazioni così immagazzinate, in risposta a qualche sollecitazione (richiamo). Come classifichiamo i nostri ricordi? In base a quanto siamo capaci di tenerli dentro di noi, e così identifichiamo tre tipi distinti di memoria: la memoria sensoriale, la memoria a breve termine, e la memoria a lungo termine.

Questa funzione cerebrale può subire un declino o deteriorarsi a causa di diversi fattori come l’azione di certe sostanze chimiche (agenti inquinanti, farmaci, droghe); patologie neurologiche; danni al cervello per traumi; o per meccanismi di difesa psicologica.

Le cause più comuni di problemi di memoria sono la depressione, in quanto rallenta i processi mentali; lo stress, che colpisce la capacità di memorizzare e richiamare la memoria; e infine l’invecchiamento. I sintomi dei disturbi di memoria variano di persona in persona. Alcuni si manifestano con difficoltà nel trovare le parole e ricordare i nomi; altri più gravi come l’incapacità di ricordare conversazioni oppure incontri con altre persone. Gli anziani di solito hanno una comune perdita di memoria, derivato dall’invecchiamento dell’organismo.

Come studiare bene

Gli integratori naturali per la memoria aiutano a contrastare la stanchezza psico-fisica e sostenere l’organismo nei periodi di maggiore affaticamento. Si può ricorrere a queste prodotti quando cominciano a comparire i primi segni dell’invecchiamento, sotto esami o quando è richiesto un maggior lavoro intellettuale o quando i frenetici ritmi della vita quotidiana non permettono di recuperare le energie perdute.

Alcune erbe per la memoria aiutano a migliorare l’attività dei neuroni nella trasmissione degli impulsi nervosi, per la loro azione stimolante, favorendo così il processo della concentrazione e della memorizzazione.

Altre sostanze naturali utilizzate negli integratori per la memoria aiutano a migliorare il flusso del sangue al cervello, fornendo in questo modo i nutrienti vitali e le sostanze antiossidanti di cui ha bisogno per svolgere efficacemente le sue funzioni. In particolare gli antiossidanti combattono i pericolosi radicali liberi che possono causare gravi danni cellulari.

Olio di germe di grano: la maggior fonte naturale di vitamina E, ma non solo. La funzione principale della vitamina E è quella di agire come antiossidante, proteggendo in particolar modo la membrana cellulare dall’azione nefasta dei radicali liberi e delle loro reazioni a catena. Un’azione legata alla precedente è il risparmio di ossigeno, in quanto il Tocoferolo legandosi all’ossigeno impedisce la sua trasformazione in perossido, consentendo quindi un uso più completo della quota di ossigeno presente. La sua capacità fluidificante aumenta l’apporto di ossigeno a livello cerebrale, senza coagulare. Altra attività importante è l’inibizione della formazione di trombi e relative complicanze (diminuisce la formazione di trombina).

Lecitina di soya: la fosfatidilserina migliora la memoria e la capacità cognitiva.

Apporta colina (o Vitamina J), una sostanza organica essenziale per la funzionalità nervosa che migliora l’efficienza intellettuale e le capacità mnemoniche. L’utilizzo di lecitina è consigliato anche in caso di affaticamento mentale e in fase di preparazione di esami.

Olio di pesce: è ricco in omega 3, acidi grassi essenziali indispensabili per migliorare la risposta dei neurotrasmettitori delle cellule cerebrali, e di altri messaggeri. Queste sostanze risultano utili per favorire la funzionalità del sistema nervoso centrale, in quanto aiutano il processo di riparazione, quando le cellule sono danneggiate e sono perciò indicate in presenza di scarsa concentrazione, in caso di affaticamento eccessivo, scarsa lucidità, cattiva qualità del sonno e problemi di memoria.

Come migliorare la memoria

Quando ci si accorge che si fa fatica a ricordare le cose, a concentrarsi, a non farsi distrarre da ogni piccolo rumore o avvenimento con conseguenti effetti negativi sul proprio lavoro o studio, è importante non sottovalutare il sintomo e attuare delle piccole strategie per cercare di curarlo.

Importante rivedere la propria alimentazione, integrando più possibile alimenti contenenti minerali importanti come zinco, ferro, fosforo, magnesio e acidi grassi buoni, i cosiddetti omega 6, 9 e 3. I cibi più indicati sono il pesce, la frutta secca, i semi oleosi, le uova, la frutta e la verdura.

A una sana alimentazione andrebbe abbinata la pratica salutare di ritagliarsi del tempo dedito al relax e alla pratica di attività ludiche e piacevoli. Inoltre è molto utile assumere degli integratori per la memoria specifici, mirati a supportare la specifica area del cervello deputata all’espletamento delle funzioni mnemoniche. Quando il problema non è così invalidante da richiedere il consulto medico o quando, dopo averlo chiesto, sono state escluse altre cause, l’inizio di una cura a base di integratori per la memoria può rappresentare la soluzione a deficit mnemonici o cognitivi di lieve entità.

Una cura ricostituente a base di pappa reale e ginseng può aiutare a supportare il sistema immunitario e quindi a tener lontani i piccoli malesseri che possono influire negativamente anche sulla memoria.

Il magnesio è molto utile per contrastare la stanchezza generale che può tradursi anche in affaticamento mentale. La vitamina C svolge un’importante funzione antiossidante e aiuta a combattere l’invecchiamento e i radicali liberi di tutti gli organi, cervello compreso. Zinco e iodio sono minerali essenziali per la buona salute della tiroide, ghiandola che ha ruolo attivo e importante sulle funzioni cognitive. Infine è importante assumere una dose corretta di omega 3, acidi grassi che nutrono le cellule cerebrali e sono responsabili del corretto funzionamento di tante aree del cervello. L’intero complesso vitaminico utile al miglioramento e al supporto neurologico si può trovare in integratori per la memoria specifici.

I grassi polinsaturi, detti omega, svolgono importanti azioni benefiche sull’organismo. Hanno la capacità di contrastare i grassi pericolosi e di tenere arterie e vene pulite dal colesterolo e da pericolosi accumuli che possono portare a blocchi circolatori. Inoltre contribuiscono a mantenere il sangue fluido, cosa importante per evitare trombi e coaguli.

Questa funzione risulta particolarmente importante a livello cerebrale, visto che il cervello è un organo molto vascolarizzato e la maggior parte di accidenti trombotici avviene proprio lì, causa velocità di irrorazione in vene e capillari molto sottili.

Proprio per questo motivo e per fornire il miglior apporto ed efficacia di queste sostanze naturali Omegor ha creato una linea di integratori alimentari, come Omegor Mind, specifica per aiutare chi ha bisogno di concentrarsi o di mantenere attive le funzioni cognitive con propietà anti invecchiamento. Un valido e potente aiuto per il cervello grazie anche all’integrazione di estratto Bacopa monnieri, una pianta usata da secoli nella medicina Ayurvedica, che funge da tonico per il benessere mentale e con le sue forti propietà antiossidanti contrasta l’invecchiamento delle cellule.

Migliori integratori

Quindi è importante ricorrere a questo tipo di integratori a base di olio di pesce e omega 3, dove questi preziosi grassi sono concentrati, in quantità ottimale e calibrata per un soggetto adulto, in una singola perla o pastiglia, avendo sempre la certezza e la garanzia di qualità della certificazione IFOS. Ecco quindi quali sono i migliori integratori per studio e memoria disponibili in rete.

Momentum

Un integratore destinato per le persone che vogliono migliorare la propria concentrazione e i processi di pensiero. Momentum agisce in tutte le più importanti aree del cervello. Migliora la memoria, aiuta durante lo studio e aumenta le capacità intellettuali dell’organismo. Questo prodotto è completamente sicuro, basato su componenti naturali che non causano effetti collaterali

Ginkgo 120 stem

ginkgo

Gingko 120 Stem è un integratore alimentare creato dai laboratori Bioness ed aperto ad una vastissima clientela. Si tratta infatti di un prodotto utile a chi fa sport o attività intense, a chi studia ed anche agli anziani. L’integratore è completamente naturale ed a differenza di altri integratori energetici, è assolutamente privo di caffeina, quindi senza i più comuni effetti collaterali da questa causati. L’ingrediente fondamentale di Bioness Gingko 120 Stem è il cosiddetto Gingko Biloba, una pianta ricca di componenti che stimolano la concentrazione e la memoria ed allo stesso tempo migliorano il sistema immunitario e riducono l’invecchiamento cellulare. Grazie a questo prodotto, potrete finalmente liberarvi dello stress e della stanchezza fisica che si accumula nel corso delle giornate, ed affrontare ogni attività con molta più energia.

Optigen Potenziatore Cerebrale

optigen

Per far funzionare bene il cervello si dovrebbe cercare di allenarlo (leggere e fare le parole crociate sono solo alcuni dei modi più utilizzati), si dovrebbe dormire bene e trovare un po’ d tempo per la meditazione; a queste attività si può aggiungere l’utilizzo di Optigen IQ: la combinazione di principi attivi davvero utili consente di migliorare le capacità cognitive (memoria, apprendimento, concentrazione); per questo motivo il prodotto viene consigliato soprattutto agli studenti sotto esame che hanno bisogno di una mano per migliorare le proprie capacità di apprendimento e di focalizzarsi sullo studio e a coloro che svolgono dei lavori che richiedono una costante e alta soglia di attenzione e concentrazione. L’integratore si presenta in capsule ed è sufficiente prenderne due al giorno (preferibilmente al mattino, prima di fare colazione).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

fumo
Salute

Come rimuovere l’odore del fumo dai capelli

di Notizie

Il fumo danneggia la saluta sia dei fumatori sia di chi sta a contatto con loro. Inoltre i capelli dei fumatori sono più fragili e spenti rispetto a quelli dei non fumatori e l’odore sgradevole del fumo sui capelli è fastidioso. Con alcuni piccoli accorgimenti è però possibile rimuoverlo.

Modestino Picariello 761 Articoli
Giornalista e insegnante, amo poter raccontare la realtà in maniera chiara e semplice. Il più grande potere è nella conoscenza
Contact: Google+