Intervista al responsabile del Movimento dei Forconi Martino Morsello COMMENTA  

Intervista al responsabile del Movimento dei Forconi Martino Morsello COMMENTA  

Ecco l’intervista integrale fatta a Martino Morsello, responsabile del Movimento dei Forconisaf

Quattro giorni fa gli abbiamo chiesto cosa poteva fare per i camionisti e per gli agricoltori che sono stati accusati di essere mafiosi.

Leggi anche: Simona Tagli ed il mistero dei gatti deceduti, aperta un’inchiesta

Lui ha allargato le braccia ed ha detto che non poteva far nulla, quindi noi rimarremo in piazza fino a quando la gente sarà dalla nostra parte.

Leggi anche: Pedofilo 49 anni arrestato a Biella

Al presidente della Confidustria Sicilia Ivan Lo Bello che ha parlato di infiltrazioni mafiose dico se è a conoscenza dei nomi e dei cognomi di chi è a libro paga della mafia si faccia avanti e non lasci dichiarazioni per screditare questo movimento.

Che venga in mezzo a noi e si faccia garante lui dell’antimafia dei Movimenti. Io sono stato assessore al comune di Marsala tra il 1980 ed il 1992, ” – prosegue Morsello – “quando il giudice Paolo Borsellino non era ancora arrivato a Palermo.

L'articolo prosegue subito dopo

Io non parlo con chi mi accusa di infiltrazioni mafiose, ecco perché ho avviato uno sciopero della fame ad oltranza. Ci arrivano notizie di movimenti dei forconi attivi a Reggio Calabria, a Pescara, qualcosa si muove a Napoli, persino in Canada abbiamo contatti con chi solidarizza con noi. La stampa estera è più attenta alle notizie vere.

Al momento è chiaro come la protesta si fermerà nel weekend per poi riprendere da lunedì, con il supporto della Sardegna, della città di Pescara, della Calabria ed altre città, a prescindere dall’accordo raggiunto con Raffaele Lombardo

Leggi anche

stefano-cucchi
Cronaca

Ilaria Cucchi pubblica la foto di Natale di Stefano, ‘avrai giustizia’

Ha postato una foto natalizia. Ma non è certo uno scatto che porta a sorridere, quello pubblicato poco fa su Facebook da Ilaria Cucchi, sorella di Stefano, morto il 22 ottobre 2009 durante la custodia cautelare. Da quel giorno Ilaria e la famiglia sono coinvolti in uno dei casi di cronaca giudiziaria più complessi ed intricati degli ultimi anni poichè coinvolge anche agenti di polizia penitenziaria, oltre ad alcuni carabinieri e medici del carcere di Regina Coeli. La foto mostra un sorridente Stefano con indosso un cappello da Babbo Natale, appoggiato al tavolo di fronte all'albero di Natale; nel messaggio Leggi tutto
About Francesco Quartararo 665 Articoli
Dottore in Giornalismo per uffici stampa, blogger dal 2005, a breve giornalista pubblicista, si interessa di tutto. Ma anche di più. Lo trovate sempre in giro per Palermo.

1 Trackback & Pingback

  1. Movimento dei forconi – Live – Lo stato attuale della città di Palermo « FabrizioMondo.com

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*