La bioterapia: un nuovo rimedio per curare la psoriasi COMMENTA  

La bioterapia: un nuovo rimedio per curare la psoriasi COMMENTA  

La bioterapia: un nuovo rimedio per curare la psoriasi
La bioterapia: un nuovo rimedio per curare la psoriasi

Non possiamo prevenire i focolai di questa malattia cronica della pelle né curarla in modo permanente. Tuttavia, abbiamo un nuovo rimedio: la bioterapia.

Macchie rosse sui gomiti o sulle ginocchia, irritazioni sul cuoio capelluto, prurito … Questi i disturbi tipici della psoriasi. “Il rinnovamento dell’epidermide è troppo veloce. Invece di 28 giorni, ce ne vogliono 8, e questo provoca ispessimento della pelle. Le cellule si accumulano sulla superficie della pelle e formano uno strato di fiocchi bianchi chiamati squame. A questo si aggiunge un’ infiammazione che provoca arrossamento“, spiega il dottor Dominique Lons-Danic, dermatologo al Centro Psoriasi dell’ospedale S. Joseph, di Parigi. Questa patologia non è rara: riguarda dal 3 al 5% della popolazione. Malattia autoimmune di origine genetica, la psoriasi è a volte associata ad altre malattie del sistema immunitario come il diabete, malattie di Crohn o problemi della tiroide. Basta una avvenimento esterno per innescare una spinta: l’attrito sulla pelle, infezioni, ma anche stress o shock emotivo.

La psoriasi, moderata o grave, è spesso associata ad altre malattie (obesità, diabete, ipertensione o insufficienza cardiaca), che aumentano il rischio di mortalità. Infine, dal 15 al 20 % dei casi , la psoriasi è associata a una malattia reumatica. “Nell’ 80% dei casi si tratta di una malattia lieve, ma può essere problematica quando le placche sono visibili e i pazienti ne soffrono “, dice il dermatologo. La psoriasi ostacola le relazioni socio professionali. Quindi vi è logicamente un forte impatto psicologico sulle persone coinvolte, che giustamente esigono dei rimedi efficaci. Tuttavia, nessun trattamento garantisce una cura permanente . Ma l’ottimismo resta la parola d’ordine. La psoriasi può scomparire spontaneamente senza sapere come o perché. E per i pazienti che sono soggetti a focolai regolari, vi è un arsenale di farmaci che garantisce remissioni prolungate.

La Bioterapia, un nuovo rimedio per curare la psoriasi

Da una quindicina d’anni, sappiamo controllare la psoriasi“, rassicura il dottor Lons-Danic. Le infezioni poco estese si curano attraverso delle creme a base  di corticoidi che trattano l’infiammazione. Sulle psoriasi moderate e gravi, si può agire tramite fototerapia, vale a dire, attraverso l’esposizione ai raggi ultravioletti in appositi luoghi ospedalieri. Il sole calma il prurito e riduce l’entità delle placche. Un avvertimento: non superare duecento sessioni nel corso della vita per evitare il rischio di cancro della pelle.

Possono essere aggiunti farmaci immunosoppressori: diminuiscono l’attività dei linfociti e controllano l’infiammazione. Infine, la bioterapia è ora un nuovo metodo di trattamento, certo un po’ vincolante (dosi iniettabili ogni due settimane fino a ogni dodici settimane a seconda della molecola) ma efficace. Questi farmaci forniscono molti anni di remissione. “Oggi, il 30% dei pazienti ha abbandonato il trattamento e alcuni medici sostengono che la psoriasi non può essere curata. Ma questo è falso“, ha detto il dottor Lons-Danic.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*