Lascia la famiglia per stare con una bambola di plastica

Esteri

Lascia la famiglia per stare con una bambola di plastica

Ha deciso di lasciare la moglie ed i figli per costruirsi una nuova vita con…una bambola. E’ l’incredibile e particolare scelta di vita di un uomo, Senji Nakajima, 61enne giapponese, che fino ad alcuni mesi fa aveva una famiglia, moglie e figli, con i quali viveva a Tokyo. Ma a un certo punto è scattato qualcosa in lui tanto da convincerlo a mollare tutto, stanco, come ha raccontato al New York Post, dei rapporti umani che considerava troppo complessi e problematici. “Gli esseri umani – ha spiegato nel corso dell’intervista – sanno essere davvero senza cuore”.

Per questo Senji si è allontanato dalle persone e si è recato ad acquistare Saori, una bambola di plastica non gonfiabile, realizzata con fattezze umane ed una serie di dettagli che la rendono praticamente identica ad una donna normale. Questa bambola prima è diventata l’amante del 61enne e poi la sua compagna di vita: con lei trascorre infatti le giornata, viaggia e fa tutto quello che normalmente si farebbe con una moglie.

Non si tratta di un gioco, in quanto questo oggetto ha un costo che può arrivare anche ai 4000 euro.

“So che può sembrare strano, me ne accorgo dagli sguardi della gente – ha detto l’uomo – ma io non me ne preoccupo. Non è solo una bambola di plastica non gonfiabile e ben fatta, io con lei ho trovato l’amore. In giro la porto su una sedia a rotelle, ha bisogno di aiuto e assistenza per qualsiasi cosa ma lei sa come arricchire la mia vita”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche