Libri per bambini che tutti dovrebbero leggere

Cultura

Libri per bambini che tutti dovrebbero leggere

Storie

 

Quelle storie per piccini che hanno ancora tanto da dire, e forse anche qualcosina di più, anche lette in un’età più adulta.

Quando penso ai libri per bambini che anche gli adulti dovrebbero leggere mi vengono in mente quelle storie che, lette da bambina, mi lasciarono dentro qualcosa che mi spinse a rileggerle dopo anni. Le parole assunsero un senso in qualche modo diverso, un linguaggio semplice e significati poco scontati. Storie più semplici, create per un pubblico giovane, che possono trasportarci verso nuove narrazioni, nuovi tipi di avventure. Un libro cambia forma, è polivalente, sia da persona a persona, che da persona a differenti età della stessa, non lo si ritrova mai uguale, ha molteplici sfaccettature che ce ne suggeriscono sempre nuovi aspetti, differenti (?).

Sussi e Biribissi, è un libro della tradizione fiorentina che narra le vicende di due ragazzi, che paiono quasi una parodia, si avventurano nei luoghi popolari come fossero dei nobili cavalieri in una luccicante armatura montati su un valoroso destriero ma, e qui la chiave umoristica, partiranno dalle fogne di Firenze!. Il libro è stato scritto da Paolo Lorenzini, altrimenti detto “Collodi nipote” (per l’effettiva parentela) e venne pubblicato nel 1902.

Il viaggio di Sussi e Biribissi che, ispirato dal racconto di Jules Verne “Viaggio al centro della terra” (libro simulato con ironia e da cui l’autore prende chiaramente le distanze: una talpa avvocato intelligente, per esempio, mangia il libro e muore per indigestione!) è un’avventura ricca di umorismo e colpi di scena; una specie di Don Chisciotte italiano dell’era preindustriale che vede come due impavidi protagonisti due semplici e un po’ creduloni ragazzi di strada.

Storia di una Gabbianella e del gatto che le insegnò a volare è un romanzo di Luis Sepùlveda, scrittore cileno, pubblicato nel 1996. Una breve storia ricca di messaggi, di valori, di preziosi consigli espressi con una leggerezza quasi commuovente. Questo scritto delicato è una fiaba che racconta la storia di una gabbiana che, coperta di petrolio e vicina alla fine, affiderà a Zorba, un gatto nero, il suo uovo appena deposto, facendogli promettere di non mangiarlo, di averne cura e di insegnar al futuro nascituro a volare.

È un racconto che contiene tanti messaggi: il rispetto per chi è diverso da noi, le conseguenze dell’azione dell’uomo e il fatto che per volare, bisogna soprattutto osare!. Una fiaba per grandi e piccini in cui l’autore è riuscito a creare un universo di speranza e a passare un messaggio tanto complesso quando semplice per la sua esposizione: la fiducia in se stessi è fondamentale per riuscire!.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche