L’offerta della salute mentale di Serena punge la Sharapova a Istanbul

Attualità

L’offerta della salute mentale di Serena punge la Sharapova a Istanbul

Il fattore motivante di Serena Williams nel trionfo della WTA di domenica era salvare la sua salute mentale, ha raccontato dopo aver battuto Maria Shaparova nella finale di fine stagione.

La Williams ha chiuso in modo eccellente un meraviglioso 2012 sul campo da tennis con un punteggio di 6-4, 6-3, ottendo il 7° titolo dell’anno.

In una performance quasi senza errori, la Williams non ha mai affrontato un break point durante la finale ed è stata in grado di sbaragliare l’avversaria ogni volta che la rivale russa cercava di metterla sotto pressione. La 31 enne che quest’anno ha anche alzato coppe in argento a Wimbledon, gli U.S. Open, Le Olimpiadi Londinesi, Madrid, Charleston e Standford, ha affermato che era importante terminare la stagione anche solo per preservare la sua salute mentale.

La Williams ha raccontato ai giornalisti “La volevo, ma non sapevo come dirlo. Per la mia salute mentale, la volevo davvero, anche se non ne avevo bisogno.

Volevo terminare bene la stagione”.

Dopo aver iniziato l’anno in modo molto cauto, anche per il suo infortunio alla caviglia, la Williams è stata una grande forza tant’è che ha terminato l’anno con una media di 58 vittorie e 4 sconfitte. A differenza di altre volte, questa volta la Williams ha giocato meglio, ma non è mai riuscita a rispondere al servizio della Williams, che l’ha battuta 3-2 nel 1° set, la Williams ha sempre risposto alla Sharapova. La Sharapova , che ha perso 10 match vincendone solo 2 nella sua carriera contro la Williams, ha detto che “Lei era combattiva oggi. Non penso di aver avuto neanche un break point. Questa è una delle ragioni per cui lei è una grande campionessa e ha grande successo nella sua carriera”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...