Morto Max Fanelli: lottava per l’Eutanasia COMMENTA  

Morto Max Fanelli: lottava per l’Eutanasia COMMENTA  

Max Fanelli non ce l’ha fatta: l’uomo da tempo lottava contro la sclerosi laterale amiotrofica (Sla) e ha lottato fino all’ultimo per far valere il suo diritto all’eutanasia.


Aveva 56 anni e sui social network aveva descritto il corso della sua malattia: stava infatti peggiorando visibilmente. La malattia aveva attaccato anche il suo occhio destro,  l’unico contatto con il mondo.


A giugno Max, già in fase terminale, aveva diramato un video appello su Youtube con un messaggio rivolto ai parlamentari delle Commissioni Giustizia e Affari sociali della Camera per sollecitare la ripresa della discussione della legge sul fine vita.


Nel video, che ritrae Fanelli collegato al respiratore, una voce ‘sinteticà ripercorre le tappe della malattia dell’uomo, sofferente di Sla dal 2013: «Sopravvivo grazie al respiratore automatico e mi alimento via Peg, un buco nello stomaco. Sono completamente paralizzato e mi è rimasto solo un occhio con il quale riesco a comunicare grazie ad un pc oculare»

Max è morto a Senigallia ma la sua battaglia ha colpito tutta l’Italia.

L'articolo prosegue subito dopo


 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*