Mps: guardia di finanza sequestra 40 milioni COMMENTA  

Mps: guardia di finanza sequestra 40 milioni COMMENTA  

La guardia di finanza di Roma ha sequestrato liquidità e titoli per 40 milioni di euro, oggetto di scudo fiscale. I cinque decreti di sequestro sono stati emessi oggi dalla Procura della Repubblica, presso il Tribunale di Siena e i provvedimenti sono stati eseguiti nei confronti di banche e fiduciarie. L’ipotesi è quella di associazione per delinquere finalizzata alla truffa in danno dell’istituto bancario Mps. Da oltre due settimane gli ispettori del ministero dell’Economia si trovano a Siena per controllare i bilanci dell’amministrazione senese dal 2004 al 2012, concentrando le loro verifiche sugli assestamenti di bilancio degli anni 2009 e 2010.


Nella giornata odierna è stato interrogato per otto ore l’ex direttore generale di Mps, Antonio Vigni, indagato insieme all’ex presidente di Banca Mps Giuseppe Mussari per falso in prospetto e manipolazione del mercato nell’ambito dell’acquisizione di Antonveneta ma nulla dell’interrogatorio è trapelato in quanto il verbale è stato secretato. Vigni potrebbe essere risentito dai pm Aldo Natalini, Antonio Nastasi e Giuseppe Grosso per ulteriori chiarimenti sulla vicenda relativa all’acquisizione di Antonveneta da parte di Mps.


Oggi si è anche riunito il cda del Monte dei Paschi di Siena, un incontro, durato sei ore, per analizzare le operazioni in derivati. Intanto la Fondazione Mps avrebbe presentato alla Procura di Siena un esposto-denuncia contro ignoti per fuga di notizie su documenti riservati apparsi in articoli di stampa.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*