Nuove regole per la sharing economy COMMENTA  

Nuove regole per la sharing economy COMMENTA  

http://www.notizie.it/wp-content/uploads/2016/08/sharing-economy.jpg
http://www.notizie.it/wp-content/uploads/2016/08/sharing-economy.jpg

Airbnb, Uber sono diventati i leader della sharing economy la cui regolamentazione fiscale non può più essere ignorata.

A fare un quadro della situazione attuale, è stata Rossella Orlandi, direttore dell’Agenzia delle Entrate, in merito alla proposta di legge sulla “Disciplina delle piattaforme digitali per la condivisione dei beni e servizi e disposizioni per la promozione dell’economia di condivisione”.

Leggi anche: Come fare le sopracciglia dritte


Cosa prevede la normativa europea su questo tema?                                                                                                       Il riferimento è alla recente comunicazione n. 356/2016 con cui la Commissione Ue ha richiamato gli Stati membri ad intervenire normativamente per evitare lacune legislative, lavoro in nero ed evasione fiscale. Le linee guida richiedono:

– requisito di accesso al mercato giustificato e proporzionato;

– adozione da parte delle piattaforme di azioni volontarie dirette a contrastare i contenuti online illeciti o ingannevoli per garantire un regime di responsabilità e maggiore tutela degli utenti;

– tutela dei lavoratori autonomi e subordinati impiegati nell’ambito della sharing economy;

– applicazione della normativa fiscale al pari degli operatori professionali.

Leggi anche: Come vestirsi da Babbo Natale


E proprio guardando al resto d’Europa, ci rendiamo conto che alcune iniziative sono state prese già. In Francia la “loi de finance” 2015, ha introdotto la possibilità di incaricare le piattaforme online della raccolta della tassa di soggiorno dovuta ai comuni, come avviene ad esempio, a Amsterdam, Washington, San Francisco e Barcellona.


 

Leggi anche

Spam su facebook: come funziona e come toglierlo
Guide

Spam su facebook: come funziona e come toglierlo

È stata una delle introduzioni più importanti su facebook: la funzione spam. Vediamo come funziona e come liberarsi dallo spam su facebook grazie a questo strumento Su Facebook (come ormai, per fortuna su qualsiasi social network) esiste una funzione che permette di segnalare un contenuto come spam. È possibile segnalare un messaggio o un intera conversazione e spostarla nella cartella di spam, segnalare notizie, foto, video, o anche una persona. In questo pezzo vediamo come funziona lo spam (messaggi o contenuti indesiderati) su Facebook, e tutte le principali indicazioni al riguardo Come funziona la cartella spam nei messaggi Facebook Partiamo dai messaggi. Non tutti Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*