Ordina un cappuccino da Starbucks e legge un messaggio

News

Ordina un cappuccino da Starbucks e legge un messaggio

Ordina un cappuccino da Starbucks e legge un messaggio
Ordina un cappuccino da Starbucks e legge un messaggio

Ordina un cappuccino da Starbucks e legge un messaggio sull’etichetta “Diabetes here I come” che fa scoppiare una accesa polemica.

Gli americano, nei momenti di relax si recano spesso nella famosa catena Starbucks per gustarsi un cappuccino o un caffè, tanto da diventare ormai una abitudine americana piuttosto consolidata.

Questo era quello che voleva fare un cliente dopo aver ordinato un White Chocolate Mocha, ma prima di bere nota una scritta insolita sul bicchiere. La scritta «Diabete sto arrivando», si trovava proprio sull’etichetta ed il cliente ha subito pensato alle lotte affrontate dalle sue due sorelle, entrambe affette da diabete di tipo 1. Scioccato dalla scritta nello scontrino ha risposto ai dipendenti: «Ho due sorelle diabetiche, quindi non è divertente».

Nel locale della Florida è così scoppiato un vero e proprio caso, come riporta l’Huffington Post, visto che tutti i dipendenti hanno negato la scritta sul bicchiere. L’uomo ha voluto comunque denunciare sui social l’episodio sperando che quanto accaduto a lui non debba ripetersi per nessuno.

Starbucks ha voluto però rispondere al cliente scusandosi per l’accaduto: «Ci sforziamo di fornire un’esperienza positiva per i nostri clienti e siamo rimasti delusi nell’apprendere di questo incidente».

Secondo l’opinione pubblica l’insolita scritta offende tutti i malati di diabete. Il mistero per il momento resta e da scoprire sono anche le intenzioni dell’autore della scritta, per comprendere se si trattasse semplicemente di uno scherzo, fallito nel tentativo di divertire, o di una polemica nei confronti della nota catena di caffetterie statunitense. Le bevande Starbucks sono infatti molto zuccherate e l’ordinazione del cliente, in particolare, ne conteneva 59 grammi e 470 calorie, come dichiarato dal sito della compagnia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche