Palpitazioni notturne e problemi alla tiroide: sono collegati?

Salute

Palpitazioni notturne e problemi alla tiroide: sono collegati?

Palpitazioni notturne e problemi alla tiroide: sono collegati?
Palpitazioni notturne e problemi alla tiroide: sono collegati?

Palpitazioni notturne e problemi alla tiroide: sono collegati? Ecco alcune info e consigli per scoprire la relazione tra tachicardia notturna e tiroide.

Palpitazioni notturne e problemi alla tiroide: sono collegati? Sembrano essere due organi completamente scollegati tra loro e invece sono molto più legati di quanto si pensi. Si tratta della tachicardia notturna e della tiroide, organo vitale che regola il nostro metabolismo. Cuore e tiroide sono strettamente legati, poiché un cattivo funzionamento di quest’ultima crea grossi problemi a tutto il corpo. Cuore compreso.

La ricerca, che in questi ultimi anni ha fatto diversi progressi in merito, ha stabilito diverse cose. Tra queste, la correlazione tra disturbi tiroidei e rischio di malattia coronarica e cardiovascolare. Per coloro che già soffrono di cuore, avere problemi di tiroide vuol dire peggioramento dei sintomi. Ergo, peggioramento della patologia in corso.

Di solito chi ha problemi alla tiroide vive la condizione di ipotiroidismo o ipertiroidismo.

Nel primo caso, c’è un’insufficiente produzione di ormoni tiroidei mentre nel secondo caso, al contrario, c’è un eccesso di tale produzione. Sono disturbi molto noti e comuni, che possono creare problemi cardiaci importanti.

Nel caso dell’ipotiroidismo, se la produzione ormonale è insufficiente, il cuore e i vasi sanguigni non riescono a funzionare correttamente. Il cuore si indebolisce e non pompa come si deve. I vasi sanguigni si irrigidiscono e si rischia ipertensione. I sintomi da non sottovalutare sono i seguenti: respiro corto sotto sforzo e mancanza di respiro, battito cardiaco lento.

L’ipertiroidismo, invece, causa problemi opposti all’ipotiroidismo. Qui la produzione ormonale è in eccesso e il cuore si contrae notevolmente, aumentando la necessità di ossigeno. I sintomi più noti sono i seguenti: tachicardia e palpitazioni. Nei pazienti già malati di cuore può provocare aritmie e fibrillazione atriale, nonché ipertensione sistolica. Anche l’insufficienza cardiaca e il peggioramento dell’angina sono nella lista dei sintomi causati da ipertiroidismo.

Questo dimostra, dunque, come tiroide e cuore siano incredibilmente legati.

I disturbi succitati possono essere tuttavia prevenuti tramite trattamenti appositi di monitoraggio della tiroide.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche