Piacenza, operario egiziano ucciso da camion durante uno sciopero COMMENTA  

Piacenza, operario egiziano ucciso da camion durante uno sciopero COMMENTA  

operaio-morto
operaio-morto

Un operaio egiziano ieri è stato travolto da un camion mentre stava facendo picchetto davanti alla sua azienda. Autista portato in questura

Ieri sera l’uomo stava partecipando ad un picchetto davanti ad un’azienda di logistica, a Piacenza, mentre lui lavorava alla Gls in via Riva, in località Montale, nel capoluogo emiliano. E’ stato travolto e ucciso da un camion, l’autista, 43enne italiano è stato aggredito da tutti i colleghi dell’operaio, rischiando il linciaggio vero e proprio, fortunatamente è intervenuta tempestivamente la polizia che ha provveduto a portarlo in questura per la carcerazione. Nel frattempo sul posto stavano arrivando i soccorsi per l’operaio.


Secondo le ricostruzioni della polizia, che era presente sul luogo per questioni di ordine pubblico”Il conducente del camion è stato incitato a forzare il picchetto da un addetto vicino all’azienda.

Gli urlavano ‘parti, vai!’, e quello è partito investendo il nostro aderente”, è la dura accusa del sindacalista Riccardo Germani. La tragica notizia è stata comunicata dal sindacato Usb, che aveva organizzato la serrata.

Secondo i primi accertamenti, pare che una cinquantina di operai iscritti a Usb stessero per bloccare i camion in uscita e in entrata della Gls, dopo un incontro con la dirigenza non andato a buon fine.

Durante l’incontro stavano discutendo per la stabilizzazione di 13 contratti a tempo determinato. “Quando hanno rinnegato gli impegni presi abbiamo deciso per lo sciopero e per il blocco.

L'articolo prosegue subito dopo

Ci stavamo accingendo a protestare e la situazione era tranquilla, poi la tragedia”

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*