Politica, gadget erotici a spese del consiglio provinciale di Bolzano

Attualità

Politica, gadget erotici a spese del consiglio provinciale di Bolzano

3915777930

La Guardia di Finanza ha scoperto un altro “buco” nei costi della politica: stavolta nel mirino sono finiti i gruppi politici del partito di opposizione sudtirolese “Freiheitlichen”, nelle cui rendicontazioni fiscali è stato trovato uno scontrino di importo pari a 64,92 euro per l’acquisto di un vibratore ed altri gadget erotici presso un noto sexy shop di Bolzano.

Mentre la Procura ha avviato un’inchiesta, i gruppi prendono posizione sull’accaduto. In un primo momento la consigliera Ulli Mair aveva definito quelle spese “un regalo” ad un collega per fargli uno scherzo. Poche ore dopo, però, arriva la smentita: il partito dichiara che “le notizie non corrispondono ai fatti”. La consigliera non ha più rilasciato alcuna intervista, mentre il capogruppo Pius Leitner ha dichiarato all’Ansa: “Sui rimborsi dobbiamo verificare, se fosse così non sarebbe corretto”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...