Prato: si fa arrestare per fuggire dalla moglie albanese COMMENTA  

Prato: si fa arrestare per fuggire dalla moglie albanese COMMENTA  

Durim Bahja

A Prato Durim Bahja, si fa arrestare pur di fuggire alla moglie. Così l’uomo viola gli arresti domiciliari. Meglio il carcere alla convivenza con la donna.

Durim Bahja si trova agli arresti domiciliari a casa con sua moglie. L’uomo albanese di 37 anni anni era stato arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti. Ma Durim non sopporta più la moglie. Meglio il carcere alla convivenza con la donna. Cosi l’imputato viola per ben tre volte gli arresti.


La mattina di martedì Durin Bahja è uscito di casa e ha chiamato lui stesso la polizia. Ha affermato di aver abbandonato gli arresti domiciliari. Una volta portato in questura l’albanese, è stato denunciato a piede libero per evasione e intimato a rientrare nella propria abitazione.

Ma durante il pomeriggio l’uomo si è presentato da solo in Questura. Ha dichiarato di non voler far più ritorno a casa e di essere disposto a compiere qualsiasi azione pur di tornare in carcere. 

La polizia ha così accolto la sua richiesta considerando la ripetuta violazione della misura degli arresti domiciliari l’albanese è stato arrestato.

Ma tutto è stato inutile, l’avvocato, difensore di Durim Bahja,Giuseppe Bonfante, è comparso oggi davanti al giudice Mancini per la convalida del fermo.

Al termine dell’udienza il giudice ha disposto per lui l’obbligo di firma. Una misura che è “assorbita” dagli arresti domiciliari. 

Così l’uomo ha dovuto far ritorno a casa. La situazione però dovrebbe essere migliore, visto l’imminente partenza della moglie per le vacanze.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*