Pressoterapia: quali sono le controindicazioni

Guide

Pressoterapia: quali sono le controindicazioni

pressoterapia
pressoterapia

Pressoterapia controindicazioni: come per ogni trattamento medico ed estetico esistono delle situazioni in cui è sconsigliato. In quali casi?

Pressoterapia controindicazioni: in quali casi questo trattamento apporta effetti collaterali?

Si tratta di una terapia che prevede un’azione sulla circolazione venosa e linfatica rendendola più efficiente e migliorando anche l’aspetto estetico come cellulite, ectasie e ritenzione di liquidi.

Non è indicata per le donne in gravidanza, per chi soffre di vene varicose o di insufficienza arteriosa e cardiaca, infezioni o dermatiti nella zona da trattare, per chi ha subito interventi di innesto di pelle, per chi soffre la presenza di neoplasie per la zona scelta per il trattamento, per chi è interessato da tromboflebiti, oppure da trombosi venosa profonda.

In generale, gli effetti collaterali alle persone che si sottopongono a questo genere di terapia, non sono molto frequenti ma è bene annoverarli ed essere informati.

Potrebbe accadere che la zona trattata soffra di flogosi cronica, che è un’infiammazione non passeggera, oppure vi è la possibilità di un indurimento cutaneo dovuta alla pressione esercitata dal trattamento. Sempre a causa di quest’ultima potrebbe capitare che alcuni capillari si rompano, soprattutto quelli più deboli.

Si consiglia in ogni caso di consultare il medico prima di affrontare un ciclo di pressoterapia, in modo da valutare la situazione individuale e comprendere necessità ed esigenze.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...