Puglia, la casa dei fantasmi in cui nessuno vuole abitare - Notizie.it
Puglia, la casa dei fantasmi in cui nessuno vuole abitare
News

Puglia, la casa dei fantasmi in cui nessuno vuole abitare

Ruvo di Puglia, via Madonna delle Grazie, civico numero 10 a. Esiste un palazzo, lì, dalla facciata chiara, che un tempo deve essere stato elegante. Ha visto tempi migliori, si dice, ma è un modo molto gentile per dire che, al momento, è un immobile che cade a pezzi. Nessuno ne cura più la manutenzione da anni, da così tanti anni che quasi nessuno si ricorda più di preciso quando siano stati fatti gli ultimi lavori. Era di proprietà di una ricca signora barese, la quale, spazientita dal mancato pagamento dell’affitto da parte di molti inquilini, aveva deciso di far sgomberare lo stabile per poi metterlo in vendita. Non ci riuscì, però, o meglio, riuscì solo a svuotare la palazzina, perché poco dopo morì in un incidente stradale, lasciando tutto in eredità alla figlia, che si disinteressò del tutto della questione. Si dice.

Di “si dice”, la storia della palazzina di Ruvo di Puglia (nella foto, fonte sito barinedita.it) è talmente piena da poterci riempire un romanzo.

Fra i tanti racconti, però, spiccano quelli relativi ai fantasmi. Già, perché la palazzina, stando ai “si dice”, è stregata. Tenendo presente che la palazzina è disabitata da almeno dieci anni, c’è chi racconta di essere passato nelle vicinanze di sera vedendo le tapparelle abbassate e di averle poi riviste alzate il mattino dopo. C’è chi dice di avere visto strani bagliori attraverso alcune finestre. Fra coloro che in quella palazzina ci hanno abitato, poi, i racconti si fanno agghiaccianti: genitori che non trovano più la figlia in piena notte, salvo ritrovarla nell’androne, seduta sulle scale ad aspettare non si sa bene chi, tentativi di stendere i panni sul balcone mandati a monte dal fatto che quei panni vengono di continuo scaraventati a terra da forze misteriose, inquilini che non riescono più ad aprire le finestre e poi se le ritrovano aperte all’improvviso. Di materiale per un romanzo, insomma, ce n’è fin che si vuole.

Per saperne di più

Per chi volesse approfondire la conoscenza sui fantasmi e su come questi si manifestino, il libro seguente illustra diverse storie di fantasmi provenienti da ville abbandonate, alberghi e case diroccate in uno stile gotico e tenebroso.

Un misto di leggende e racconti realistici, Storie di fantasmi riporta vicende soprannaturali con un tocco di horror misto ad inquietudine per rievocare personaggi dal passato spaventoso.

Il seguente volume vi guiderà alla scoperta dei fantasmi che abitano la nostra penisola, regione per regione, per conoscere i segreti che i celano dietro case abbandonate e vicoli nascosti. Storie di guerre, tradimenti e inganni che rievocano personaggi nobili ma anche persone comuni che popolano l’Italia e si manifestano dopo la mezzanotte.

I fantasmi sono un tema molto ricorrente nella letteratura italiana e straniera. In questo volume Massimo Scotti vuole creare un filo conduttore tra passato e presente per descrivere il fenomeno sulla base di fatti realmente accaduti e sull’evoluzione della cultura nel tempo. Un saggio tra storia e letteratura che ripercorre le vicende di fantasmi attraverso citazioni e riferimenti documentati.

2 Commenti su Puglia, la casa dei fantasmi in cui nessuno vuole abitare

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche