Sant’Ambrogio: quando si festeggia

Cultura

Sant’Ambrogio: quando si festeggia

Sant'Ambrogio
Sant'Ambrogio, la basilica

Sant’Ambrogio: quando si festeggia, origini e tradizioni della festa patronale che dà inizio alle festività natalizie a Milano.

Sant’Ambrogio, patrono di Milano, è stato santo, vescovo nonché dottore della Chiesa. La sua festa si celebra ogni anno il 7 dicembre e dà inizio alle festività natalizie in città.
Il santo nacque in Germania nel 339 e morì a Milano nel 397. Ambrogio era figlio del prefetto della Gallia, e dopo aver studiato a Roma intraprese una carriera di tipo amministrativo.

Il 7 dicembre del 373, morto il vescovo Aussenzio, nacque un contenzioso tra cattolici e ariani per la nomina del successore. Ambrogio, in qualità di amministratore, doveva impedire che scoppiassero tumulti tra i cittadini. L’uomo riuscì a fare un discorso così toccante ai due gruppi rivali, che essi decisero di nominarlo vescovo.

Fu così che divenne vescovo e seppe adempiere al suo incarico in maniera eccellente. Richiamò ai propri doveri di cristiano l’imperatore, diede alla chiesa di Milano un’impronta che tuttora ne influenza l’aspetto liturgico e musicale.

Lasciò insegnamenti profondi e importanti, in particolare per ciò che concerne la vita morale e sociale.

Morì nel 397 e fu sepolto nell’attuale Basilica di Sant’Ambrogio.

La festa di Sant’Ambrogio è molto sentita dai milanesi. Il 7 dicembre, molti cittadini sono soliti ascoltare la Messa celebrata dall’Arcivescovo di Milano in Basilica. Qui sono conservate le spoglie del santo e si celebra una funzione religiosa di tipo ambrosiano, differente dal classico rito romano.

Durante la festa patronale, Milano si tinge di colori e di meravigliosi eventi da non perdere. Tra questi, la fiera degli Oh Bej, Oh Bej, che ha luogo dal 7 all’8 dicembre e le cui origini risalgono al 1288. Le strade si riempiono di bancarelle con giocattoli, prodotti tipici e tanto altro. Solitamente la manifestazione si tiene nei pressi del Castello Sforzesco.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche