Seattle, vende verginità a 340 mila euro - Notizie.it

Seattle, vende verginità a 340 mila euro

News

Seattle, vende verginità a 340 mila euro

Seattle, vende verginità a 340 mila euro

Katherine Stone, 20enne americana ha messo in vendita la sua verginità per oltre 300mila dollari. “Lo faccio per aiutare i miei genitori”

La buona reputazione non ha prezzo ma, per citare un noto spot pubblicitario, “per tutto il resto c’è Master Card”… Sta facendo scalpore la notizia dell’idea balenata in testa ad una ventenne americana, Katherine Stone, che ha deciso di perdere la verginità, offrendo le proprie grazie ancora immacolate in cambio della bella cifra del corrispettivo di circa 340.000 Euro. Il tutto per ridare un tetto sopra la testa ai suoi genitori, che hanno perso la casa due anni fa a causa di un violento incendio, per il quale non hanno ricevuto alcun indennizzo dalla loro compagnia assicurativa.

Come era prevedibile, specialmente nei puritanissimi Stati Uniti, la giovane si è ritrovata a dover fronteggiare una sfilza di critiche, anche pesanti, sui vari social network dove la notizia si è diffusa a macchia d’olio.

Senza scomporsi più di quel tanto, però, Katherine ha dichiarato di voler talmente bene ai propri genitori da volerli aiutare con qualsiasi mezzo, anche concedendosi per la sua “prima volta” ad un perfetto sconosciuto, a patto che sia in grado di corrisponderle la somma pattuita.

Non è questo il primo caso di compra-vendita del genere, comunque: sempre quest’anno, era salita alla ribalta delle cronache la vicenda di una diciassettenne russa che si era recata a Dubai per offrire la propria virtù a pagamento, per riuscire a saldare i debiti con il fisco ed esiste addirittura un sito, – venderelaverginita.com –, che spiega nei dettagli come proporre questo tipo di “affari” ed arrivare a buon fine nelle trattative. Molti si ricorderanno anche della ex gieffina Raffaella Fico, che aveva dichiarato di voler mettere all’asta la propria verginità per un milione di Euro tondi tondi…
Insomma, niente di nuovo sul fronte occidentale: ora non resta che attendere di sapere se la proposta di Katherine Stone verrà accolta o meno, anche se difficilmente lo sbandiererà ai quattro venti, se dovesse succedere.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche