Serie A: vincono soffrendo Juventus e Napoli

Calcio

Serie A: vincono soffrendo Juventus e Napoli

SERIE A

RISULTATI SERIE A: Dovevano essere due gare semplici, sulla carta per Napoli e Juventus, che stanno animando la lotta scudetto. Il Napoli ha dovuto sudare le proverbiali sette camicie per piegare le resistenze del Carpi, riuscendo a passare in vantaggio solo nella ripresa grazie ad un rigore conquistato da Coulibaly, contro un Carpi rimasto in dieci uomini per l’espulsione di Bianco. La risposta della Juventus non è tardata ad arrivare, ma anche i bianconeri hanno dovuto attendere l’ultimo quarto di gara per trovare la rete del vantaggio con Cuadrado per avere ragione del Frosinone, bravo a raccogliere in area un traversone e piegare le mani di Leali, oggi in giornata di grazia. I bianconeri hanno trovato la rete del 2-0 in zona Cesarini, grazie a Dybala, servito in area da Morata. Rimane, dunque, inalterato il distacco tra le due formazioni, con il Napoli avanti di due punti in classifica sui partenopei.

Delude l‘Inter di Mancini, che si fa imporre il pari dal fanalino di coda Verona, con un rocambolesco 3-3, con i nerazzurri che acciuffano il pari nel finale rimontando il vantaggio di 3-1 per gli scaligeri.

L’Inter si allontana in modo quasi definitivo dalla lotta per il titolo, e adesso Mancini dovrà riflettere sulle pecche difensive di una squadra, che ha fatto della retroguardia il suo fiore all’occhiello nella prima parte di stagione.

Male il Torino che cede in casa per 2-1 contro il Chievo, tra i fischi dei propri tifosi, che, questa volta, non hanno risparmiato neanche il tecnico Ventura. Non va oltre l’1-1 il Milan, che recupera con Niang il vantaggio friulano, conseguito nella prima frazione di gioco con Armero. I rossoneri sprecano diverse palle gol e recriminano per una traversa colta a pochi minuti dalla fine.

Pari pirotecnico tra Sassuolo e Palermo, con i rosanero in vantaggio con il solito Vazquez e rimontati dalle reti di Defrel e Missiroli. E’ Djurdjevic, per i siciliani, a siglare la rete del pareggio finale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche