Sindaco di Abano Terme arrestato appena rieletto COMMENTA  

Sindaco di Abano Terme arrestato appena rieletto COMMENTA  

Ennesimo scandalo di tangenti in Italia, questa volta nel padovano. Arrestato Luca Claudio, sindaco dal 2011 di Abano Terme.

La Guardia di Finanza di Padova, grazie all’operazione “Imperator”, è riuscita a smascherare anni di tangenti su appalti e lavori pubblici.


L’indagine è partita lo scorso anno partendo da un presunto giro di tangenti sulla manutenzione del verde, ma alla fine è stata smascherato un giro ben più ampio che andava dall’edilizia, alla manutenzione e a quasi tutti i settori delle amministrazioni pubbliche.


A seguito dell’indagine è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare dal Gip verso due pubblici amministratori e tre imprenditori. A loro sono contestati reati di concussione oltre che induzione indebita a dare o promettere utilità, corruzione e riciclaggio. Oltre ai tre sono indagate altre 18 persone e si stanno svolgendo 22 perquisizioni domiciliari e locali.


Luca Claudio, sindaco di Abano Terme dal 2011 e sindaco di Montegrotto Terme dal 2001 al 2011, compare tra i nomi delle persone indagate ed anche per lui è stata predisposta un‘ordinanza di custodia cautelare e si trova ora agli arresti domiciliari. Lo stesso sindaco era appena stato rieletto al ballottaggio del 19 giugno.

L'articolo prosegue subito dopo


A Claudio è stato attribuito il fatto di aver richiesto ed ottenuto tangenti del 10% sull’importo per lavori assegnati ad imprese private.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*